Skip to content

Studio di fattibilità di un'autostrada del mare in Sardegna

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Congiu
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Gianpaolo Ritossa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

Nell’ultimo decennio, a seguito dell’adozione del protocollo di Kyoto (1997), sono grandi gli sforzi a livello comunitario e nazionale per ridurre le emissioni di sostanze inquinanti e gas serra. Il continuo aumento della mobilità di passeggeri e merci fa si che il settore dei trasporti sia molto influenzato da queste iniziative, che purtroppo non sono omogenee per tutte le modalità di trasporto, infatti, mentre si assiste ad eccezionali risultati, in termini di riduzione dell’inquinamento, in campo stradale, contemporaneamente si constata che nel trasporto marittimo molto ancora può essere fatto. Nonostante ciò il trasporto marittimo è ancora una delle modalità di trasporto che complessivamente genera minori impatti ambientali, infatti sono numerose le iniziative della Commissione Europea per spostare il trasporto delle merci dalla strada al mare, ossia per l’incentivazione delle autostrade del mare.
In questa tesi prima di tutto si è eseguita un’indagine dei principali progetti di carattere trasportistico – ambientale in ambito comunitario e nazionale, in seguito si è data definizione dei costi esterni e dei principali modelli di calcolo utilizzati per la loro determinazione, successivamente per verificare la fattibilità di un’autostrada del mare tra Cagliari e Livorno si è effettuato il calcolo delle esternalità prodotte da tre alternative di percorso uni e intermodale. Il metodo di studio utilizzato è basato sul progetto REALISE del 2003, finalizzato al confronto dei costi esterni prodotti dal trasporto intermodale con altre modalità di trasporto merci in Europa. Dagli studi analitici del progetto REALISE emerge il modello matematico ICF contenente le formulazioni necessarie per il calcolo delle esternalità delle varie alternative.
Il progetto REALISE si appoggia, per il calcolo delle variabili, al modello dei sentieri d’impatto realizzato nel progetto ExternE che utilizza dettagliati modelli di dispersione e analisi delle conseguenze per il calcolo degli effetti dovuti agli inquinanti in un determinato luogo.
La metodologia dei sentieri d’impatto presenta però il difetto di necessitare di dati specifici per ogni luogo in esame, sarebbe pertanto necessario suddividere i tragitti delle merci in segmenti omogenei, ma questo renderebbe il calcolo molto oneroso. Per ovviare a quest’inconveniente si sono impiegate delle applicazioni semplificate dei viaggi intermodali, generalizzate per la molteplicità delle situazioni più frequenti.
Il calcolo è stato svolto applicando la metodologia del progetto REALISE per individuare, tra Cagliari e Livorno, il percorso che produce minori esternalità, in particolare questo studio è finalizzato alla ricerca di una soluzione tecnicamente valida che permetta di decongestionare la ss 131dal traffico pesante che quotidianamente vi grava. Essendo la Sardegna una tratta di cabotaggio obbligato, per effettuare la comparazione si sono prese in esame tre possibili alternative di percorso, la prima si sviluppa su un’unica tratta interamente marittima, mentre le altre presentano l’intermodalità strada mare.
Infine dopo aver dimostrato la minor onerosità, in termini di costi esterni, del percorso interamente marittimo tra Cagliari e Livorno e, da interviste realizzate alle più rilevanti società di autotrasporto isolane, aver definito alcuni miglioramenti generali da apportare all’ attuale servizio portuale, si è supposta la realizzazione di un’autostrada del mare per questa tratta. Pertanto, seguendo i criteri del decreto dell’8 gennaio 2008 (G.U. 23 del 28.1.2008) sull’incentivazione del trasferimento delle merci dalla strada al mare, che a sua volta è basato su uno studio dell’ISTIEE per la regione Sicilia, si è realizzato un modello di calcolo dell’incentivo, apposito per la Sardegna, in cui sono state inserite delle specifiche variabili che tengono conto del cabotaggio obbligato.
Dai risultati ottenuti si evince l’effettiva fattibilità di un’autostrada del mare tra Cagliari e Livorno, questo studio dimostra inoltre che il trasporto marittimo e uno dei sistemi di trasporto che complessivamente ha minori impatti sull’ambiente, ma non si devono trascurare le rilevanti innovazioni tecnologiche in termini di riduzione delle emissioni inquinanti e di gas serra realizzate in campo stradale, al confronto delle quali le tecnologie navali possono definirsi a livello embrionale. Infatti, come si rileva dai calcoli, le navi producono considerevoli quantità di emissioni inquinanti e gas serra, ciò è dovuto al fatto che in questo settore sono stati pochi gli interventi normativi a riguardo, sarebbe invece opportuno che anche nel campo marittimo si agisse al fine di ottenere quei miglioramenti che si sono attualmente raggiunti in campo stradale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 STUDIO DI FATTIBILITA’ DI UN’AUTOSTRADA DEL MARE IN SARDEGNA Nell’ultimo decennio, anche a seguito dell’adozione del protocollo di Kyoto (1997), sono grandi gli sforzi a livello comunitario e, di riflesso, nazionale per ridurre le emissioni di sostanze inquinanti e gas serra. Il continuo aumento della mobilità di passeggeri e merci fa si che il settore dei trasporti sia molto influenzato da queste iniziative, che purtroppo non sono omogenee per tutte le modalità di trasporto, infatti, mentre si assiste ad eccezionali risultati, in termini di riduzione dell’inquinamento, in campo stradale, contemporaneamente si constata che nel trasporto marittimo molto ancora può e deve essere fatto. Nonostante ciò il trasporto marittimo è ancora una delle modalità di trasporto che complessivamente genera minori impatti ambientali, infatti sono numerose le iniziative della Commissione Europea per spostare il trasporto delle merci dalla strada al mare, ossia per l’incentivazione delle autostrade del mare. In questo lavoro prima di tutto si è eseguita un’indagine dei principali progetti di carattere trasportistico – ambientale in ambito comunitario e nazionale, in seguito si è data definizione dei costi esterni e dei principali modelli di calcolo utilizzati per la loro determinazione, in seguito al fine di verificare la fattibilità di un’autostrada del mare tra Cagliari e Livorno si è effettuato il calcolo delle esternalità prodotte da tre alternative di percorso uni e intermodale. Il metodo di studio utilizzato è basato sul progetto REALISE del 2003, finalizzato al confronto dei costi esterni prodotti dal trasporto intermodale con altre modalità di trasporto merci in Europa. Dagli studi analitici del progetto REALISE emerge il modello matematico ICF contenente le formulazioni necessarie per il calcolo delle esternalità delle varie alternative. Le esternalità quantificate sono quelle prodotte da: emissioni inquinanti; gas serra; rumore; incidenti; congestione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi dei percorsi con il modello realise
annesso vi della convenzione marpol
cabotaggio marittimo e fluviale
danni sanitari da incidenti marittimi
externe – emissioni atmosferiche
externe – riscaldamento globale
il progetto externe
impatti del trasporto marittimo
incentivi economici - ecobonus per la sardegna
inquinanti atmosferici dovuti ai trasporti
libro bianco e contesto europeo
l’italia e le autostrade del mare
master plan autostrade del mare
metodi di analisi dei costi esterni
politica internazionale di prevenzione
progetto m.i.t.o
progetto realise
programma marco polo i e ii
rete transeuropea dei trasporti (ten-t)
sardegna e trasporti
trasporti su strada

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi