Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing, contraffazione e pirateria: stato dell'arte e problemi aperti

Il decreto legislativo n°30 del 2005 definisce con il termine “contraffazione” qualsiasi pregiudizio ad un diritto di proprietà intellettuale; il Regolamento CE n.1383 del 2003 definisce invece con il termine "pirateria" qualsiasi pregiudizio ad un diritto d'autore o a un diritto affine: diritti dell’artista interprete, del produttore di supporti audio e audiovisivi e degli organismi di diffusione. Il fenomeno della cosiddetta “industria del falso” raggruppa al suo interno entrambi i fenomeni sopra citati.
La prima parte di questo studio considera le nozioni di pirateria e contraffazione, e analizza i dati relativi alla nascita e diffusione di tali fenomeni ponendo l’attenzione anche sulla geografia (le aree di produzione e commercializzazione dei prodotti falsi). Continua poi con l’analisi dettagliata dei principali settori interessati dalla contraffazione e dalla pirateria e con lo studio delle conseguenze di tali fenomeni per le imprese, lo stato, la società ed il consumatore finale.
La seconda parte sottolinea l’aspetto giuridico e quindi le leggi vigenti a livello internazionale, comunitario e nazionale.
Tuttavia però questa tutela giuridica non è ancora omogenea a causa del persistere delle differenze tra i settori commerciale e giuridico di ogni Paese la mancanza di armonizzazione e la non totale adesione dei trattati e degli accordi formulati in materia (in particolare l'Accordo TRIPs).
Lo studio prosegue poi con l’analisi micro ossia con la valutazione, di un campione di imprese, consumatori e distributori, sui fenomeni. Tale analisi qualitativa è stata ottenuta attraverso la somministrazione di questionari, diversi a seconda dei players di mercato interessati.
Infine, nell’ultima parte, lo studio esamina l’effetto dei fenomeni su tutte le parti che formano la product offering e propone delle azioni che le imprese, lo stato e la società civile potrebbero mettere in atto per poter limitare il fenomeno.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Abstract Il decreto legislativo n°30 del 2005 definisce con il termine “contraffazione” qualsiasi pregiudizio ad un diritto di proprietà intellettuale; il Regolamento CE n.1383 del 2003 definisce invece con il termine "pirateria" qualsiasi pregiudizio ad un diritto d'autore o a un diritto affine: diritti dell’artista interprete, del produttore di supporti audio e audiovisivi e degli organismi di diffusione. Il fenomeno della cosiddetta “industria del falso” raggruppa al suo interno entrambi i fenomeni sopra citati. La prima parte di questo studio considera le nozioni di pirateria e contraffazione, e analizza i dati relativi alla nascita e diffusione di tali fenomeni ponendo l’attenzione anche sulla geografia (le aree di produzione e commercializzazione dei prodotti falsi). Continua poi con l’analisi dettagliata dei principali settori interessati dalla contraffazione e dalla pirateria e con lo studio delle conseguenze di tali fenomeni per le imprese, lo stato, la società ed il consumatore finale. La seconda parte sottolinea l’aspetto giuridico e quindi le leggi vigenti a livello internazionale, comunitario e nazionale. Tuttavia però questa tutela giuridica non è ancora omogenea a causa del persistere delle differenze tra i settori commerciale e giuridico di ogni Paese la mancanza di armonizzazione e la non totale adesione dei trattati e degli accordi formulati in materia (in particolare l'Accordo TRIPs). Lo studio prosegue poi con l’analisi micro ossia con la valutazione, di un campione di imprese, consumatori e distributori, sui fenomeni. Tale analisi qualitativa è stata ottenuta attraverso la somministrazione di questionari, diversi a seconda dei players di mercato interessati. Infine, nell’ultima parte, lo studio esamina l’effetto dei fenomeni su tutte le parti che formano la product offering e propone delle azioni che le imprese, lo stato e la società civile potrebbero mettere in atto per poter limitare il fenomeno.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Roberta Gala Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2797 click dal 29/10/2008.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.