Skip to content

Il ruolo degli intangibles negli intermediari finanziari. Un’analisi empirica in un panel di banche europee

Informazioni tesi

  Autore: Bice Valentina Iacobelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Foggia
  Facoltà: Economia Aziendale
  Corso: Amministrazione delle Aziende/Management
  Relatore: Stefano Dell'Atti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 202

Il lavoro di tesi parte da una breve analisi storica degli intangibles, senza dimenticarne caratteristiche, definizioni e trattamento alla luce dei principi contabili (italiani e internazionali).
Il secondo capitolo si incentra, poi, sul contributo degli intangibile assets alla creazione del valore e su quanto il capitale umano, organizzativo nonché strutturale partecipino alla catena del valore. Il capitolo si conclude con un quadro dei maggiori fattori intangibili di competitività e con una panoramica delle metodologie di misurazione del capitale intangibile presenti.
Il terzo capitolo, centro di tutto il lavoro, si basa su un’analisi empirica, condotta su un panel di 37 banche europee e per il periodo 2002-2007. Attraverso l’analisi dei documenti contabili (bilanci d’esercizio, bilanci sociali) presenti sui siti ufficiali delle banche di riferimento e precisamente nella sezione Investor Relation, si è tentato di ricostruire il trattamento degli intangibles attraverso l’utilizzo del metodo ideato da Baruch Lev nel 1999 e noto come Knowledge Capital Earning.
L’analisi termina con una valutazione personale, ma basata su aspetti oggettivi, che mira a dare un giudizio alla dotazione, alla disclosure, alla definizione e alla classificazione degli intangibiles.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Come definisce l art 10 del d.lgs. n. 385/1 settem bre 1993, l attivit bancaria ha carattere d impresa . Il settore finanziario Ł stato sottoposto a recente regolamentazione; oggi rispetto al passato le banche non rappresentano piø istituzioni, ma imprese. Nella trattazione che segue si parler , per l appunto, indipendentemente di banca come di impresa. Il quesito intorno al quale ruota il lavoro di tesi Ł: quanto vale un impresa? A questa domanda siamo abituati a rispondere analizzando i bilanci contabili e con l ausilio dei tradizionali parametri di performance economici-finanziari dell organizzazione. Oggi la complessit e la turbo lenza dei mercati impongono alle imprese di innestare una marcia in piø per vincere la sfida con i concorrenti. E quindi necessario valorizzare la conoscenza e le capacit intellettuali delle persone e dell organizzazione nel suo complesso, tutti fattori che contribuiscono a formare il cosiddetto patrimonio intangibile. L intangibile oggi caratterizza qualsiasi prodotto e servizio e, quindi, determina il vantaggio per l impresa stessa . Molti studiosi e molte ricerche empiriche sostengono che il gap crescente tra valori di mercato e valori di bilancio, che caratterizza quasi la totalit delle imprese quotate, dipende proprio dal valore degli intangibili, sempre piø spesso non indicati in bilancio. Ė proprio quello della valutazione degli assets immateriali il problema maggiore; non Ł cosa semplice dare una valutazione monetaria a qualcosa che non ha consistenza fisica. Il presente lavoro di tesi analizza proprio l importanza degli intangibles con specifico riferimento agli intermediari finanziari. Nello specifico, nel primo capitolo si Ł tentato innanzitutto di ricostruire un excursus storico degli intangibili. Dalle origini al contesto attuale passando per le definizioni e le classificazioni proposte dalla letteratura. Tratto importante del primo capitolo Ł quello che fa emergere gli intangibles alla luce dei principi contabili emanati dall International Accounting Standard Board. Questi prevedono delle novit significative rispe tto alla prassi contabile comunemente adottata nella maggior parte dei Paesi, compreso il nostro, fino a pochi anni fa. La piø importante, con riferimento all avviamento, Ł l abbandono dell ammortamento sis tematico e del concetto di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi empirica
assets
banca
banche europee
baruch lev
classificazione
definizione
disclosure
dotazione
ias 38
immateriale
intangible
intermediari finanziari
investor relation
invisibile
knowledge
knowledge capital earning
panel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi