Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tassazione dei soggetti non residenti

La tassazione del reddito trasnazionale, la fattispecie della residenza, la stabile organizzazione, l' impresa multinazionale, le singole categorie di reddito, l' evasione fiscale e i paradisi fiscali.
Il caso Valentino Rossi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente lavoro si propone di analizzare il trattamento tributario, ai fini delle imposte dirette, dei soggetti non residenti, persone fisiche e giuridiche, e quindi di analizzare le norme in materia di localizzazione e trattamento del reddito che deriva da fattispecie che presentano elementi di estraneità: il reddito «transnazionale» o «prodotto su base internazionale». Si analizzano, così, al primo capitolo i principali istituti del diritto tributario internazionale in materia di imposte sui redditi, partendo dall’esame dei criteri di collegamento reali (su cui di solito si fonda la pretesa dello Stato della fonte) e personali (su cui si fonda la pretesa dello Stato della residenza) per la localizzazione in ogni Stato del reddito transnazionale, atti ad evitare la doppia imposizione nel quadro della fiscalità internazionale, causata appunto dalla sovrapposizione delle pretese impositive avanzate dagli Stati, della residenza del percettore e della fonte del reddito, aventi sovranità tributaria originaria. Si esaminano le regole base in materia di tassazione transazionale del reddito: la nozione di residenza fiscale delle persone fisiche e giuridiche secondo la normativa interna e la normativa convenzionale e dalla nozione di stabile organizzazione introdotta nell'ambito del sistema fiscale italiano dalla Riforma entrata in vigore a partire dal 1° gennaio 2004. Sono quindi individuate le principali regole in materia di tassazione dei soggetti non residenti per i redditi che si considerano prodotti in Italia e dei soggetti residenti per i redditi prodotti all'estero, illustrando poi in particolare gli aspetti applicativi dell’ imposta, quali gli obblighi dichiarativi e gli altri moduli d’imposizione, l'istituto del credito

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Stanina Navarra Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3206 click dal 13/11/2008.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.