Skip to content

I colori della sordità

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Battipaglia
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Insegnamento agli alunni in situazione di handicap
Anno: 2008
Docente/Relatore: Roberto Quaini
Istituito da: Libera Università degli Studi di Bolzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 73

Questo lavoro nasce dal desiderio di trovare risposta a tanti interrogativi sul rapporto dei genitori con un figlio speciale.
Il ruolo dell’altro nella crescita di ogni bambino e del bambino sordo in particolare, è fondamentale, soprattutto in quella condizione che appare come più problematica, ossia la relazione bambino sordo-genitore udente. All’interno di questa diade, infatti, si registrano i maggiori problemi di comunicazione, legati a modi diversi di essere, di percepire e di conoscere il mondo.
L’atteggiamento dei genitori ha un ruolo essenziale nell’accettazione del deficit da parte del figlio e nella fiducia che il ragazzo avrà in se stesso, più il genitore udente è in grado di accettare la sordità del figlio, il suo essere diverso da sé, senza negarla, né eluderla, più sarà capace di riconoscere accanto alle reali difficoltà del bambino anche il suo essere persona dotata di risorse e di specifici bisogni emotivo-affettivi.
Oggi si parla di educazione del bambino sordo, si considera importantissimo imparare a parlare, ma altrettanto fondamentali sono anche altri aspetti, quali l’accettazione del deficit, la costruzione di una propria identità, e la capacità di mettersi in relazione con gli altri.
Ancora oggi, però, l’accesso alla cultura nella nostra scuola avviene prevalentemente attraverso la lezione frontale del docente e l’interrogazione, modalità che viaggiano sul canale acustico-verbale e penalizzano quindi lo studente sordo.
È necessario imparare a fare scuola in modo diverso quando si ha in classe un alunno sordo. Numerose ricerche sia in Italia che all’estero hanno aperto nuove prospettive nell’educazione dei sordi mediante le tecnologie (computer e sottotitoli) che offrono al sordo il vantaggio di poter utilizzare la vista, canale integro, per accedere alle informazioni, e la lingua dei segni.
È necessario tener presente che il soggetto con deficit uditivo non necessariamente ha un ritardo nella sfera affettivo-relazionale-cognitiva e, quindi, la possibilità di educabilità è integra.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3    INTRODUZIONE Lo scopo della scuola è quello di avviare in ogni fanciullo un processo di crescita in umanità ed in cultura. Recita l’art. 34 della Costituzione: "La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno 8 anni, è obbligatoria e gratuita". In palese contrasto con quanto solennemente sancito da tale norma, fino a pochi anni addietro la scuola ha svolto un ruolo di rifiuto e di discriminazione verso quei soggetti portatori di handicap o anche svantaggiati che, al contrario, essa avrebbe dovuto, per la funzione educativa che le è propria, agevolare nell’inserimento partecipativo alla vita scolastica e sociale. L'integrazione del soggetto portatore di handicap ha rappresentato la più grossa riforma scolastica degli ultimi decenni: ha costretto la Scuola ad interessarsi al ragazzo non solo come destinatario di informazione, bensì come soggetto da integrare nella vita associativa. Il disabile inserito ha indotto la Scuola “uguale per tutti” a diventare “diversa per ciascuno”, attivando una flessibilità d'organizzazione interna ed un collegamento con i Servizi socio- psico-pedagogico e sanitario specialistico. In questo senso la “diversità” degli allievi disabili non implica alcun giudizio su di essi e sulle loro capacità, né in ambito scolastico né in campo più esteso: ogni individuo è diverso dagli altri ed ogni disabile è differente da ogni altra persona, non perché abbia qualcosa in meno, ma perché anch’egli, come tutti, ha le proprie caratteristiche individuali; se per alcuni aspetti della vita scolastica egli può avere necessità di aiuto da parte degli adulti o dei coetanei, per altri aspetti può invece contribuire, grazie alle capacità che in ogni caso sono presenti in un individuo, alla realizzazione di un progetto comune. È questa l’esperienza educativa fondamentale che può sperimentare ogni allievo: verificare come non esista inferiorità fra gli uomini, ma solo diversità in base alla quale ciascuno può

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attaccamento
diverse abilità
educazione
handicap
integrazione
risorsa
sordità
tecnologie educative

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi