Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e validazione secondo i principi dell’economia sperimentale di un gioco di contrattazione online: Win Win Manager

In una nuova realtà comunicativa derivante dall’utilizzo di internet come canale mediatico, si trova ad operare Win Win Manager, il business game on-line realizzato da alcuni laureati dell’Università di Tor Vergata, che ha come obiettivo primario quello di essere uno strumento formativo con il quale i partecipanti, attraverso simulazioni di negoziati nell’ottica della filosofia del lerning-by-doing, possono apprendere le strategie di negoziazione più efficaci ed efficienti, senza pagare le conseguenze che un eventuale fallimento potrebbe provocare nella vita reale.
Lo scopo di questo lavoro è quello di valutare come Win Win Manager adempie il suo ruolo formativo e, soprattutto, di verificare se la complessa struttura del gioco risponde efficacemente a quelli che sono i principi fondamentali dell’economia sperimentale nel campo della negoziazione.
Il lavoro contiene inizialmente una panoramica sull’economia sperimentale volta a delinearne gli aspetti caratteristici e mettere in risalto le conquiste e i successi scientifici che hanno accompagnato i primi 50 anni di questa disciplina. Successivamente, si è concentrata l’attenzione sulla parte di economia che si occupa di studiare la negoziazione, cercando in primo luogo di analizzare le cause che portano necessariamente l’individuo a dover negoziare per risolvere un conflitto e, in secondo luogo, le varie strategie adottate per il raggiungimento di un accordo.
Infine, nell’ultima parte, si è cercato, facendo riferimento alla grande mole di esperimenti disponibili sull’argomento negoziazione, di effettuare un’analisi critica delle soluzioni adottate da Win Win Manager per rendere la simulazione più vicina possibile alla realtà in maniera da rappresentare un valido strumento di apprendimento delle tecniche negoziali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La capacità di generare concetti e conoscenze astratti da episodi di vita quotidiana, cioè l’apprendimento legato all’esperienza, è l’essenza dell’intelligenza umana, la quale, consente di risolvere problemi nuovi in un mondo che cambia in continuazione. E’ ormai visibile a tutti come le nuove tecnologie della comunicazione e dell'informazione stiano trasformando il rapporto che l’essere umano ha con la conoscenza, rendendo i processi conoscitivi molto più veloci e la necessità di aggiornamento continua e inarrestabile. Nella rivoluzione che sta interessando negli ultimi anni gli strumenti di apprendimento, un ruolo fondamentale è ricoperto dai cosiddetti Business Game, cioè giochi di simulazione in cui a ciascuna delle squadre partecipanti viene in genere affidata la conduzione di un'azienda "virtuale" operante in un mercato competitivo in cui ogni squadra assume delle decisioni nell'ambito delle aree funzionali di cui l’impresa si compone (generalmente marketing, finanza e produzione). Il Business Game rappresenta un formidabile metodo per attuare sul campo quanto appreso nelle aule. L’individuo viene coinvolto in prima persona nell'esperienza della gestione e responsabilizzato sulle proprie decisioni, rendendo ogni insegnamento di rapida ed efficace assimilazione. I processi di apprendimento posti in essere attraverso il Business Game possono essere paragonati a quelli sviluppati dai bambini nei primi mesi di vita. E' solo attraverso l'esperienza empirica, cioè toccando con mano tutti i pulsanti e le leve a propria disposizione, cadendo e rialzandosi, giocando e divertendosi, che si riesce ad avere una piena conoscenza del mondo circostante. In modo naturale, con la curiosità e voglia di apprendere si affronta un'esperienza coinvolgente in grado di condensare in poche settimane la maturità di anni. I sistemi di simulazione di gestione aziendale nascono e si diffondono rapidamente nei paesi anglosassoni. Qui le potenzialità dello strumento formativo vengono ben presto percepite, a tal punto che i Business Game diventano parte integrante degli MBA (Master of 8

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Antonio Maurizio Branca Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 708 click dal 03/12/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.