Skip to content

Il percorso evolutivo della pianificazione e del controllo: verso un sistema unico

Informazioni tesi

  Autore: Tiziano Del Tessa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Rosella Ferraris Franceschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156


I sistemi di pianificazione e controllo col passare del tempo hanno assunto sempre più rilevanza per le aziende, fino a risultare ai giorni d’oggi imprescindibili ai fini della realizzazione delle strategie aziendali. Tali sistemi, pur dimostrando anche in passato una certa importanza, sono stati scarsamente considerati ed utilizzati per lunghi periodi dalle aziende. A partire da fine anni Sessanta gran parte delle aziende ha posto l’accento sulla formulazione della strategia piuttosto che sui sistemi che ne permettessero il controllo della realizzazione. Ciò ha portato molte aziende al disequilibrio poiché:
a) in alcuni casi, non veniva implementato un sistema che permettesse il monitoraggio permanente sull’andamento della performance aziendale, il quale avrebbe consentito una “sterzata” in corso d’opera, qualora si fossero verificati notevoli scostamenti dagli obiettivi strategici prefissati;
b) in altri casi, nonostante la strategia aziendale fosse ben ideata, le organizzazioni non riuscivano a sopravvivere sul mercato poiché le tecniche e gli strumenti di controllo che utilizzavano non risultavano più adeguati e provocavano disequilibrio in fase di implementazione della stessa strategia, non riuscendola a tradurre in atti di gestione operativa.
Oggigiorno l’instabilità e la forte competitività dei contesti ambientali richiedono alle aziende, ai fini del raggiungimento del successo, l’adozione di sistemi manageriali di pianificazione e controllo che fungano da strumento efficace per la verifica in tempo reale del grado di realizzazione della strategia progettata dai vertici aziendali e ne consentano, al tempo stesso, il monitoraggio costante della validità. Inoltre, attraverso l’uso interattivo di un sistema di pianificazione e controllo, il top management dovrà cercare di stimolare la creatività, l’apprendimento e la motivazione a tutti i livelli dell’organizzazione, in modo che anche soggetti provenienti dall’area operativa riescano a captare nuove opportunità sulla base delle quali ideare nuove strategie. Dagli anni ’90 in poi, dunque, la strategia non può più essere esclusivo appannaggio dei vertici aziendali, poiché i contesti sono divenuti talmente complessi che le aziende devono agire in maniera pro-attiva, facendo leva proprio sulla creatività e sull’innovazione continua.
La tematica riguardante i sistemi di pianificazione e controllo sembra aver assunto un ruolo di primaria importanza nelle realtà aziendali, richiamando l’attenzione di studiosi e manager. Il presente lavoro si propone proprio di far emergere le funzioni che rivestono i sistemi di pianificazione e controllo nelle realtà aziendali contemporanee, passando attraverso il loro percorso evolutivo nel tempo. La trattazione si articolerà in quattro capitoli mediante i quali si intende perseguire i seguenti obiettivi:

1. illustrare le principali fasi evolutive della pianificazione e del controllo in corrispondenza della progressiva trasformazione dei contesti ambientali, mediante un excursus storico che parte dagli anni ’30 del secolo scorso e giunge fino ai giorni d’oggi, per far emergere come è andato modificandosi il concetto di controllo nella realtà aziendale e nella dottrina;

2. concentrare l’attenzione sulle più recenti concezioni dei sistemi di pianificazione e controllo elaborate dalla dottrina;

3. analizzare le componenti strutturali dei sistemi di pianificazione e controllo allo scopo di capire più da vicino come operano in concreto questi ultimi. Più in particolare, si esamineranno le caratteristiche della struttura organizzativa per il controllo e di alcuni strumenti utili alla comunicazione ed implementazione della strategia;

4. elaborare alcune considerazioni di sintesi sui contenuti trattati nel corso del lavoro, evidenziando le evoluzioni principali che hanno portato alle concezioni più recenti in tema di sistemi di pianificazione e controllo nonché le funzioni che vengono attribuite dalla più recente dottrina all’utilizzo di alcuni strumenti del controllo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 I n t r o d u z i o n e I sistemi di pianificazione e controllo col passare del tempo hanno assunto sempre più rilevanza per le aziende, fino a risultare ai giorni d’oggi imprescindibili ai fini della realizzazione delle strategie aziendali. Tali sistemi, pur dimostrando anche in passato una certa importanza, sono stati scarsamente considerati ed utilizzati per lunghi periodi dalle aziende. A partire da fine anni Sessanta gran parte delle aziende ha posto l’accento sulla formulazione della strategia piuttosto che sui sistemi che ne permettessero il controllo della realizzazione. Ciò ha portato molte aziende al disequilibrio poiché: a) in alcuni casi, non veniva implementato un sistema che permettesse il monitoraggio permanente sull’andamento della performance aziendale, il quale avrebbe consentito una “sterzata” in corso d’opera, qualora si fossero verificati notevoli scostamenti dagli obiettivi strategici prefissati; b) in altri casi, nonostante la strategia aziendale fosse ben ideata, le organizzazioni non riuscivano a sopravvivere sul mercato poiché le tecniche e gli strumenti di controllo che utilizzavano non risultavano più adeguati e provocavano disequilibrio in fase di implementazione della stessa strategia, non riuscendola a tradurre in atti di gestione operativa. Oggigiorno l’instabilità e la forte competitività dei contesti ambientali richiedono alle aziende, ai fini del raggiungimento del successo, l’adozione di sistemi manageriali di pianificazione e controllo che fungano da strumento efficace per la verifica in tempo reale del grado di realizzazione della strategia progettata dai vertici aziendali e ne consentano, al tempo stesso, il monitoraggio costante della validità. Inoltre, attraverso l’uso interattivo di un sistema di pianificazione e controllo, il top management dovrà cercare di stimolare la creatività, l’apprendimento e la motivazione a tutti i livelli dell’organizzazione, in modo che anche soggetti provenienti dall’area operativa riescano a captare nuove opportunità sulla base delle quali ideare nuove strategie. Dagli anni ’90 in poi, dunque, la

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

articolazione sist. pianificazione e controllo
balanced scorecard
centri di costo
centri di investimento
centri di profitto
centri di ricavo
controllo di gestione
controllo interattivo
controllo operativo
controllo strategico
formulazione strategica
gli strumenti del controllo
il budget come strumento del controllo
l'evoluzione del controllo nel tempo
la mappa organizzativa
le strategie asa
le strategie di corporate
le strategie funzionali
modello input-output
piani strategici ed operativi
pianificazione
pianificazione operativa
pianificazione strategica
struttura organizzativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi