Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Linee guida per la valorizzazione turistica del territorio costiero compreso tra Trapani e Marsala

Le potenzialità turistiche del territorio costiero della Sicilia occidentale e in particolar modo di Trapani, Paceco (Nubia), Marsala (Mozia), sono ampiamente riconosciute. Nonostante la sua posizione strategica sita tra il nodo turistico di “Trapani - Erice - San Vito lo Capo”, riferimento tecnico-culturale del turismo europeo e mondiale, tuttavia a tale posizione ed a tali potenzialità non è corrisposto una crescita quali-quantitativa dell’offerta e della domanda turistica sul territorio.
Soltanto la Salina Ettore e Infersa (Marsala) ha portato ad un discreto incremento dei flussi ad allo sviluppo di singole iniziative imprenditoriali legate al Mulino-Museo e all’isola di Mozia, ma che rimangono comunque tagliate fuori dai circuiti turistici dei tour-operator nazionali ed internazionali.
E’ pertanto necessario un progetto che miri al rilancio e allo sviluppo turistico di questa piccola fascia costiera, un progetto che deve partire da una analisi della situazione attuale: si avvia quindi la ricerca partendo dall’analisi del contesto, aggiungendo quindi i dati del movimento turistico che incide sul territorio, per procedere così all’indicazione degli interventi auspicabili per la promozione e la crescita del turismo di questo paradiso naturale.L'Albergo Diffuso!!

Mostra/Nascondi contenuto.
F.G. Premessa Le potenzialità turistiche del territorio costiero della Sicilia occidentale e in particolar modo di Trapani, Paceco (Nubia), Marsala (Mozia), sono ampiamente riconosciute. Nonostante la sua posizione strategica sita tra il nodo turistico di “Trapani - Erice - San Vito lo Capo”, riferimento tecnico-culturale del turismo europeo e mondiale, tuttavia a tale posizione ed a tali potenzialità non è corrisposto una crescita quali-quantitativa dell’offerta e della domanda turistica sul territorio. Soltanto la Salina Ettore e Infersa (Marsala) ha portato ad un discreto incremento dei flussi ad allo sviluppo di singole iniziative imprenditoriali legate al Mulino-Museo e all’isola di Mozia, ma che rimangono comunque tagliate fuori dai circuiti turistici dei tour-operator nazionali ed internazionali. E’ pertanto necessario un progetto che miri al rilancio e allo sviluppo turistico di questa piccola fascia costiera, un progetto che deve partire da una analisi della situazione attuale: si avvia quindi la ricerca partendo dall’analisi del contesto, aggiungendo quindi i dati del movimento turistico che incide sul territorio, per procedere così all’indicazione degli interventi auspicabili per la promozione e la crescita del turismo di questo paradiso naturale. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Gaspare Fanfalone Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3985 click dal 06/11/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.