Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema penale dello stato sociale di diritto: i reati contro la pubblica amministrazione

I principi costituzionali a base di un sistema penale assiologicamente orientato e in particolare il principio di determinatezza come cartina di tornasole del rapporto tra autorità e singolo individuo. I singoli reati contro la pubblica amministrazione (peculato, concussione, corruzione, abuso d'ufficio) le fattispecie satellite del falso in bilancio e dell'illecito finanziamento ai partiti. Il fenomeno tangentopoli e la mancata tenuta ordinamentale. I tentativi per risolvere lo stallo istituzionale e la risoluzione da noi proposta.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Capitolo primo Valori costituzionali e sistema penale teleologicamente orientato 1.1. La dimensione preventiva del diritto penale scaturisce dall’insieme delle strategie rivolte a ridurre e controllare i fatti socialmente dannosi 1 . Le opzioni di politica criminale, distinguendo il lecito dall’illecito, nello stabilire il “che cosa” e il “come” combattere, riflettono il rapporto Stato - cittadino, autorità - libertà 2 . Le scienze empiriche (antropologia, psicologia, sociologia) sono in grado di indirizzare la politica criminale verso i valori costituzionali 3 della democrazia liberal solidaristica, della dignità umana ( artt.2 e 3 Cost) 4 , tenendo presente che il rispetto della persona, impone il rifiuto di scelte fideistiche o moraleggianti, non verificabili razionalmente 5 . “Tutti i delitti sono peccati, ma non tutti i peccati sono delitti”, afferma Hobbes nel Leviatano 6 e di conseguenza la laicizzazione del diritto penale comporta la giustificazione delle proibizioni, la consapevolezza che la morale di una nazione, promana dagli interessi di classe 7 , la presa di coscienza 1 MOCCIA, Sui principi normativi, di riferimento per un sistema penale teleologicamente orientato, in RIDPP, 1989, p. 1011 2 PULITANÒ, voce politica criminale, in Enc. Dir., vol. XXXVII, Milano, 1988, pp 74 – 76 3 SESSA, La disciplina dell’error iuris nello schema di legge delega per la riforma del codice penale, Salerno, 1994, p. 12 4 MOCCIA, Bioetica o biodiritto? Gli interventi dell’uomo sulla vita in fieri di fronte al sistema penale dello Stato sociale di diritto ,in RIDPP, 1990, p. 264 5 SESSA, op.ult.cit., p. 15 6 HOBBES, Leviatano, vol. XXVII, p.239 – 240 7 FERRAJOLI, Diritto e ragione.Teoria del garantismo penale, III ed., Bari - Roma, 1989, p. 462

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Fabrizio Vassallo Contatta »

Composta da 271 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9163 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.