Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Invecchiamento attivo. I servizi educativi per la terza età in Italia e Spagna

Il lavoro si basa sull'analisi delle problematiche rducative inerenti all'educazione della terza età. Si parte dalla descrizione del declino fisico per poi arrivare a quello psicologico-relazionale.
L'anziano "disadattato" è una realtà consolidata dei nostri giorni, e per far si che questo non avvenga è necessario mettere in luce gli aspetti positivi della vecchiaia; essere vecchi non significa aver raggiunto il termine della vita, al contrario, la terza età se affrontata con l'animo giusto può tramutarsi in una fase produttiva e socializzata della vita, diventando esempio anche per i giovani. Il tempo libero degli anziani può essere impiegato in attività ludico-creative e tra queste oggi stanno prendendo piede le UTE (Università della terza età). L'ultima parte della tesi descrive l'esperienza vissuta dalla sottoscritta (in chiave socio-politica e demografica) nell'"Aula de Mayores" presso l'Università di Huelva (Andalucia-Espana) in cui ha svolto il presente lavoro grazie al progetto Erasmus.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente lavoro inizia con l’analisi di quelle che sono le problematiche educative inerenti all’educazione nella terza età. Si parte da ciò che è più evidente nella fase della vecchiaia, cioè i mutamenti fisiologici ed organici che investono il «corpo» dell’anziano, il quale assiste in veste di spettatore al proprio declino, purtroppo, irreversibile; arrivando ai cambiamenti che vanno poi a colpire la sua psiche, poiché rafforzati dal «mito» della gioventù che sobbalza sugli schermi televisivi, nelle pubblicità e sui giornali. L’anziano si ritrova ad essere e sentirsi emarginato, senza più obiettivi davanti a sé. L’anziano «disadattato» è, ancora, una realtà consolidata dei nostri giorni; raggiunto il pensionamento nessuno ha più bisogno di lui, viene allontanato perché 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Cinzia Calzavara Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5120 click dal 11/11/2008.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.