Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione politica negli USA: analisi della campagna elettorale 2008

Questo lavoro analizza la comunicazione politica negli Stati Uniti,facendo talvolta dei richiami storici.
L'opera è divisa in tre parti: nella prima mi sono soffermato nell'analizzare il rapporto tra i media e la politica(campagna elettorale,sondaggi,agenda setting,spindoctor ecc),nel secondo ho analizzato il sistema politico statunitense(dalla "costituzione",al sistema elettorale,ai partiti)soffermandomi soprattutto nell'analizzare le ideologie dei due princiapali schieramenti politici e presentando i leader candidati per la presidenza del paese nel 2008;nella terza ed ultima parte ho analizzato i dibattiti faccia a faccia,evidenziando l'importanza del linguaggi,delle immagini,dei movimenti e mettendo in evidenza ciò che colpisce maggiormente il cervello umano. Ho analizzato,sempre nell'ultima parte,alcuni video elettorali di Obama e McCain,cercando di mostrare come in questi conti più la parte emozionale che "pratica".

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Analizzare il mondo che ci circonda non Ł facile. Tutto Ł in continuo cambiamento:quello che ora ci appare nero tra pochi attimi potrebbe diventare bianco . Esistono due settori che forse piø di tutti gli altri sono in continuo divenire;mi riferisco alla comunicazione e alla politica. Da quando l uomo ha imparato a relazionarsi,dai graffiti nelle caverne fino a giungere ad internet,sono stati fatti numerosi passi in avanti. E stato creato un alfabeto,Ł stata inventata la stampa e poi il telegrafo,la radio,la tv. Sono state abbattute le barriere di spazio e di tempo. E stata la comunicazione a creare il mondo globalizzato che oggi viviamo e a renderci cosmopoliti. Comunicare Ł qualcosa di molto complesso,non solo per l infinit di strumenti che possiamo utilizzare per farlo,ma perchØ ogni essere umano pu dare a questa azione il senso che piø ritiene appropriato. E allora c Ł chi ama comunicare e chi no,c Ł chi pensa che comunicare voglia dire esprimere le proprie emozioni e chi invece il proprio pensiero. C Ł chi vuole persuadere e chi preferisce essere persuaso,chi pensa di trasmettere solo la propria immagine e chi include la sostanza. C Ł chi comunica in modo autorevole usando un linguaggio grammaticalmente scorretto e chi Ł titubante pur essendo linguisticamente perfetto. Potrei fare altri mille esempi ma non potrei mai dire lui comunica correttamente e l altro no . Non potrei mai dire se parlare in modo persuasivo alla radio possa esser meglio o peggio di parlare attraverso l immagine in tv,posso solo dire che per analizzare la comunicazione devo tener presente ogni aspetto,senza screditare a priori mezzo e modo. Anche il mondo politico Ł a suo modo complesso. Basti pensare ai tanti partiti politici che oggi nascono e domani non esistono gi piø. Basti pensare agli scandali che colpiscono uomini piø o meno famosi o alla fitta e quasi invisibile rete di legami che si instaurano tra i palazzi dei bottoni .

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Manuel Bianconi Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5146 click dal 18/11/2008.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.