Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La recente crisi della Société Générale nel Gennaio 2008: cause, conseguenze ed epilogo.

Scrivendo questa tesi mi propongo di analizzare il crack della Société Générale (Société générale pour favoriser le développement du commerce et de l'industrie en France) che, secondo gli esperti, è il più significativo dissesto di una banca avvenuto in questo secolo, sia per quanto riguarda il volume d’affari coinvolto che per le conseguenze sui mass-media.
Il crack della Société Générale ruota attorno al fatto che all’incirca a metà gennaio 2008 la banca rende noto che un suo broker, Jerome Kerviel, a causa di errate speculazioni bancarie, ha provocato una perdita di oltre 5 miliardi di euro, scatenando così sconvolgimenti nella governance aziendale, nelle quotazioni in borsa della Société Générale e nell’opinione pubblica. C’è da segnalare tuttavia che non tutti gli economisti sono convinti della versione ufficiale della banca circa il fatto che un solo trader di medio livello abbia potuto gestire volumi di impegni su titoli derivati, indicati complessivamente in 50 miliardi di euro, ma anzi, molti sono convinti che in realtà dietro la versione ufficiale si celino perdite non del tutto emerse relative ai cosiddetti mutui subprime.
Nel percorso che ho deciso di tracciare andrò ad analizzare innanzitutto alcuni casi storici di ingenti perdite derivate da investimenti “sbagliati”, dopodiché esporrò gli eventi che si sono succeduti cronologicamente in seguito alla dichiarazione della perdita da parte di Société Générale, a cui seguirà una mia personale riflessione circa quest’ultimo avvenimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Scrivendo questa tesi mi propongo di analizzare il crack della SociØtØ GØnØrale (SociØtØ gØnØrale pour favoriser le dØveloppement du commerce et de l’industrie en France) che, secondo gli esperti, Ł il piø significativo dissesto di una banca avvenuto in questo secolo, sia per quanto riguarda il volume d affari coinvolto che per le conseguenze sui mass-media. Essa Ł un azienda fondata il 4 maggio 1864 che ha sede legale a Parigi, culla dell attivit finanziari a francese e la cui presidenza e direzione generale sono affidate a Daniel Bouton; l attivit prevalente della banca Ł la gestione di capitali privati. SociØtØ GØnØrale Ł uno dei principali gruppi finanziari dell area euro, infatti Ł la seconda banca francese, la nona in tutta Europa per capitalizzazione con 66,8 miliardi di euro. Con 120.000 dipendenti in tutto il mondo, la sua attivit si co ncentra attorno a 3 grandi aree di business1: - Retail Banking e Financial Services (servizi finanziari privati e societari): SociØtØ GØnØrale annovera oltre 27,6 milioni di clienti in tutto il mondo; - Global Investment Management and Services (Asset Management, Private Banking, Internet Banking, Securities Services): a fine settembre 2007, SociØtØ GØnØrale figura come una delle principali banche dell area euro per patrimoni in custodia (2.585 miliardi di euro) e patrimoni in gestione (450,1 miliardi di euro); - Corporate and Investment Banking (Euro capital markets, Derivatives, Structured Finance): essa si colloca tra le principali banche nei mercati dei capitali, dei derivati e della finanza strutturata della zona euro. SociØtØ GØnØrale Ł, inoltre, compresa nei 5 principali indici di investimento socialmente responsabili. In Italia essa si occupa di fornire servizi intorno a 2 macroclassi: 1 A questo proposito pu essere consultato il sito w ww.socgen.com/ per entrare in possesso di maggiori informazioni.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Leonardo Castellan Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 465 click dal 26/11/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.