Skip to content

La recente crisi della Société Générale nel Gennaio 2008: cause, conseguenze ed epilogo.

Informazioni tesi

  Autore: Leonardo Castellan
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Aldo Bompani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 35

Scrivendo questa tesi mi propongo di analizzare il crack della Société Générale (Société générale pour favoriser le développement du commerce et de l'industrie en France) che, secondo gli esperti, è il più significativo dissesto di una banca avvenuto in questo secolo, sia per quanto riguarda il volume d’affari coinvolto che per le conseguenze sui mass-media.
Il crack della Société Générale ruota attorno al fatto che all’incirca a metà gennaio 2008 la banca rende noto che un suo broker, Jerome Kerviel, a causa di errate speculazioni bancarie, ha provocato una perdita di oltre 5 miliardi di euro, scatenando così sconvolgimenti nella governance aziendale, nelle quotazioni in borsa della Société Générale e nell’opinione pubblica. C’è da segnalare tuttavia che non tutti gli economisti sono convinti della versione ufficiale della banca circa il fatto che un solo trader di medio livello abbia potuto gestire volumi di impegni su titoli derivati, indicati complessivamente in 50 miliardi di euro, ma anzi, molti sono convinti che in realtà dietro la versione ufficiale si celino perdite non del tutto emerse relative ai cosiddetti mutui subprime.
Nel percorso che ho deciso di tracciare andrò ad analizzare innanzitutto alcuni casi storici di ingenti perdite derivate da investimenti “sbagliati”, dopodiché esporrò gli eventi che si sono succeduti cronologicamente in seguito alla dichiarazione della perdita da parte di Société Générale, a cui seguirà una mia personale riflessione circa quest’ultimo avvenimento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Scrivendo questa tesi mi propongo di analizzare il crack della SociØtØ GØnØrale (SociØtØ gØnØrale pour favoriser le dØveloppement du commerce et de l’industrie en France) che, secondo gli esperti, Ł il piø significativo dissesto di una banca avvenuto in questo secolo, sia per quanto riguarda il volume d affari coinvolto che per le conseguenze sui mass-media. Essa Ł un azienda fondata il 4 maggio 1864 che ha sede legale a Parigi, culla dell attivit finanziari a francese e la cui presidenza e direzione generale sono affidate a Daniel Bouton; l attivit prevalente della banca Ł la gestione di capitali privati. SociØtØ GØnØrale Ł uno dei principali gruppi finanziari dell area euro, infatti Ł la seconda banca francese, la nona in tutta Europa per capitalizzazione con 66,8 miliardi di euro. Con 120.000 dipendenti in tutto il mondo, la sua attivit si co ncentra attorno a 3 grandi aree di business1: - Retail Banking e Financial Services (servizi finanziari privati e societari): SociØtØ GØnØrale annovera oltre 27,6 milioni di clienti in tutto il mondo; - Global Investment Management and Services (Asset Management, Private Banking, Internet Banking, Securities Services): a fine settembre 2007, SociØtØ GØnØrale figura come una delle principali banche dell area euro per patrimoni in custodia (2.585 miliardi di euro) e patrimoni in gestione (450,1 miliardi di euro); - Corporate and Investment Banking (Euro capital markets, Derivatives, Structured Finance): essa si colloca tra le principali banche nei mercati dei capitali, dei derivati e della finanza strutturata della zona euro. SociØtØ GØnØrale Ł, inoltre, compresa nei 5 principali indici di investimento socialmente responsabili. In Italia essa si occupa di fornire servizi intorno a 2 macroclassi: 1 A questo proposito pu essere consultato il sito w ww.socgen.com/ per entrare in possesso di maggiori informazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi 2009
crisi derivati
crisi mutui 2009
crisi subprime
fallimento société générale
jerome
kerviel
mutui
mutuo
societè generale
société générale pour favoriser le développement d
subprime

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi