Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La presidenza di Nicolas Sarkozy

La tesi ripercorre la carriera dell'attuale Presidente della Repubblica francese, concentrandosi in particolare sulla sua azione di governo. Dallo stile "bling bling" alla campagna elettorale del 2007, dalle riforme all'impegno internazionale, si cerca di offrire una panoramica del leader gollista che renda possibile al lettore una autonoma comprensione reale del personaggio e del suo valore politico.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE A partire dal momento dell’investitura a candidato dell’UMP alla Presidenza della Repubblica francese, nel Gennaio 2007, Nicolas Sarkozy ha attirato fortemente su di sé l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale a più riprese. Inizialmente come protagonista e vincitore di una competizione elettorale ricca di novità e colpi di scena. In seguito, per la sua decisione di affidare incarichi importanti a personalità esterne al suo partito come Bernard Kouchner e Dominique Strauss-Kahn. A suscitare interesse sono anche la sua imponente presenza mediatica, le tante riforme, l’attivismo in campo internazionale (come nelle vicende delle infermiere bulgare e dell’Unione per il Mediterraneo), la vita privata ed il clamoroso calo nei sondaggi, un anno dopo la sua elezione all’Eliseo. L’interesse suscitato dalla sua ascesa dal rango di figlio di immigrati a quello di Presidente della Repubblica lo ha, di fatto, trasformato in un vero e proprio fenomeno editoriale-commerciale con un gran numero di libri pubblicati non solo in Francia, ma in tutto il mondo (in Italia ben sei nel 2007!). In effetti, nel caso di Nicolas Sarkozy, bisogna riconoscere che la storia personale e la vita privata hanno una certa importanza ed in- fluenza sulla sua attività politica; più del solito. Per esempio, vedremo in seguito come il divorzio dalla sua seconda moglie Cécilia lo abbia in- fluenzato negativamente ed abbia affievolito per un breve periodo (co- stato caro però) la sua determinazione sulle riforme. Ma, à mon avis, lo studio di questa parte di storia francese appena iniziata ed estrema- mente legata alla performance presidenziale non può basarsi esclusi- vamente su questioni di tale genere. Negli ultimi mesi si sono verificati fatti importanti che hanno modificato lo scenario su cui Sarkozy si trova ad operare. La crisi economica in primis, ma non solo. Una serie di errori di comunicazione e di mancato rispetto del tradizionale stile presidenziale lo ha portato a subire un drastico calo dei consensi ed una serie di imbarazzanti battute d’arresto da parte della sua maggio- ranza parlamentare (come nell’approvazione della legge sugli OGM) ha messo fortemente in discussione la sua politica di apertura. Così alle amministrative dello scorso marzo la destra gollista ha riportato una sonora sconfitta mentre, in generale, la gauche non solo si è conferma- ta dove già governava ma ha anche conquistato varie roccaforti dello schieramento opposto. Tutto ciò, insieme alle difficoltà interne alla maggioranza, con continue smentite tra ministri e Presidente, ed alle vicissitudini amorose di quest’ultimo, ha portato ad un rallentamento delle riforme giudicato incoerente ed ingiustificato dall’opinione pub-

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristiano Congiu Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1034 click dal 05/12/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.