Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il controllo di gestione nelle imprese che operano su commessa: il caso Antinfortunistica Nazionale S.n.c.

Il controllo di gestione è stato oggetto di studi particolarmente avanzati negli ultimi decenni.
È stata perfezionata l’analisi dei suoi elementi tradizionali: sistema contabile, definizione dei centri di responsabilità, sviluppo corretto ed armonioso del processo di controllo.
Sono stati elaborati i suoi adattamenti alle turbolenze dell’ambiente economico.
Sono stati individuati nuovi strumenti rispondenti alle mutate esigenze determinate dall’aumentata complessità aziendale.
Le numerose ricerche compiute in imprese di varia dimensione in Italia, però, dimostrano, ancora oggi, il suo scarso utilizzo, e che, laddove usato, si trascina il peso di errori, tali da renderne scarsa e a volte nulla l’efficacia.
Questo lavoro si propone l’obiettivo, nella prima parte, di spiegare il contenuto, le finalità, gli strumenti del controllo di gestione, soffermandosi sul suo utilizzo nelle imprese che operano su commessa.
La seconda parte invece, puramente applicativa, costituisce il tentativo di implementare il sistema di controllo di gestione in una piccola impresa italiana, la “Antinfortunistica Nazionale S.n.c.”, in cui questa metodologia operativa era assolutamente sconosciuta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Prefazione Il controllo di gestione è stato oggetto di studi particolarmente avanzati negli ultimi decenni. È stata perfezionata l’analisi dei suoi elementi tradizionali: sistema contabile, definizione dei centri di responsabilità, sviluppo corretto ed armonioso del processo di controllo. Sono stati elaborati i suoi adattamenti alle turbolenze dell’ambiente economico. Sono stati individuati nuovi strumenti rispondenti alle mutate esigenze determinate dall’aumentata complessità aziendale. Le numerose ricerche compiute in imprese di varia dimensione in Italia, però, dimostrano, ancora oggi, il suo scarso utilizzo, e che, laddove usato, si trascina il peso di errori, tali da renderne scarsa e a volte nulla l’efficacia. Questo lavoro si propone l’obiettivo, nella prima parte, di spiegare il contenuto, le finalità, gli strumenti del controllo di gestione, soffermandosi sul suo utilizzo nelle imprese che operano su commessa. La seconda parte invece, puramente applicativa, costituisce il tentativo di implementare il sistema di controllo di gestione in una piccola impresa italiana, la “Antinfortunistica Nazionale S.n.c.”, in cui questa metodologia operativa era assolutamente sconosciuta. A questo punto, conclusivo di questo processo formativo, desidero ringraziare il mio relatore, Prof. Marco Elefanti, per avermi fatto scoprire, durante il suo corso, l’importanza di questa disciplina e aver stimolato in me l’interesse di approfondirla; la Prof. Elisabetta Mozzoni per avermi seguito in questi mesi di ricerca e di lavoro, incoraggiandomi e stimolandomi nel progetto intrapreso. Ringrazio i componenti dell’“Antinfortunistica Nazionale S.n.c.”, ed in particolar modo Enza, per avermi aiutato a comprendere i meccanismi dell’azienda ed essersi prestati alle mie domande insistenti. Ringrazio anche e soprattutto i miei genitori, che, mi hanno dato la possibilità, in questi 4 anni, di fare una bellissima esperienza formativa a Parma e

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Doriana Dolciamore Contatta »

Composta da 295 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3382 click dal 10/12/2008.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.