Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le passioni di uno scettico: etica e conoscenza in Bertrand Russell

Uno studio coprposo mirato a cercare le eventuali relazioni reciproche che intercorrono tra l'etica, l'epistemologia e le visioni politiche in B. Russell, al di là le intenzioni e le affermazioni del filosofo stesso.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 QUASI UNA PREMESSA Passando in rassegna una galleria immaginaria di filosofi scolpiti a mezzo busto, leggeremmo sotto ognuno di essi una qualche didascalia di identificazione. Potremmo così incontrare nominalisti, realisti, scettici, empiristi, razionalisti, pragmatisti e quant’altro ancora la storia del pensiero occidentale sia stata finora capace di annoverare. Ma in corrispondenza del mezzo busto di B. Russell, recentemente ultimato per essere aggiunto alla rassegna, non saremmo guidati da alcuna didascalia che fornisse altre indicazioni oltre quelle degli estremi anagrafici o biografici. Infatti, del longevo, prolifico e poligrafo filosofo di Trelleck, neanche i più accaniti e pedanti etichettatori se la sono forse sentita di stabilire una media definitiva tra tutti i molteplici e spesso contrastanti aspetti della sua personalità filosofica. Del resto, a tratti e sotto alcuni punti di vista, egli è apparso come un empirista più o meno radicale, come uno scettico filosoficamente moderato ma moralmente appassionato 1 , come un uotopista, come un realista, e così via. Qui però, per quello che attiene a questo lavoro, in attesa che capacissimi e caparbissimi esperti possano colmare la lacuna didascalica di cui sopra, ci si può limitare a costatare le non certo deprecabili contraddizioni della filosofia di Russell, precisando ulteriormente che certe incoerenze non sono spiegabili facendo esclusivo riferimento alla sequenza delle diverse fasi cronologico- biografiche della sua ultranonagenaria esistenza. Si tratta invece spesso di compresenze neanche troppo inquietanti che, semmai, possono trovare una certa ripartibilità solo 1 Cfr., A. Wood, Bertrand Russell scettico appassionato, Milano, Feltrinelli, 1960. I testi cui si farà riferimento nelle note, riguardano pressoché tutti le edizioni italiane dei corrispettivi in lingua originale. Per quanto riguarda tutte le informazioni concernenti i titoli originali ed i traduttori, quando disponibili, si rimanda alla bibliografia finale, preferendo indicare più brevemente, nelle note, solo gli estremi essenziali dell’edizione italiana.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Carlo Peron Contatta »

Composta da 301 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1222 click dal 08/01/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.