Skip to content

I colori dell'emozione: esplorazione della produzione artistica come mezzo comunicativo non convenzionale

Informazioni tesi

  Autore: Serena Zaniboni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Educazione professionale (SNT-2)
  Relatore: Francesca Negretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 92

Ho sempre pensato che chi nasce con la fortuna di motivarsi alla realtà e al futuro attraverso la creatività, arrivi ad esternare un bagaglio emotivo non indifferente.
Quando dipingo entro in un mondo parallelo, patinato di quiete ed equilibrio o di turbinii di energia; mi investo di luci e colori, mi alleggerisco, e infine mi libero.
Alla luce di queste emozioni, emozioni che mi hanno portato a riflettere sul potere straordinario dell’arte, ho elaborato le motivazioni principali che mi hanno spinto a intraprendere questo atipico percorso di tesi. La molla che mi ha portato ad intraprendere queste ricerche è l’immensa fiducia che nutro per questo strumento di benessere.
Via non ordinaria di comunicazione al mondo, l’arte nella prospettiva progettuale e propositiva è una risorsa accessibile a tutti, che costa poco e regala molti risultati.
A fronte di questa mia passione, sin dai primi approcci a questo corso, ho ricercato strade congruenti e complementari, contesti che affrontati insieme unissero il mio ascendente per l’arte con la gratificazione che mi deriva dalla speranza e dal sorriso negli occhi delle persone.
Persone che chiamiamo diverse, ma in realtà semplicemente figlie di un universo del quale non possediamo i codici di accesso.
Sono quindi tesa a dimostrare che l’arte, in tutte le sue accezioni, è uno straordinario strumento, che contempla l’educazione, la riabilitazione, il benessere,
la forza per ricreare una realtà del tutto nuova. Realtà dalla quale spesso si sfugge per evitare ancora il dolore, reale che con delicatezza, può e deve essere rielaborato sotto una luce positiva, trascendendo gli stereotipi della malattia e della fissazione.
Di fatto, questa commistione di tecniche non si limita ad essere una finestra aperta sull’inconscio, che scruta l’emozione e la sperimenta. L’arteterapia abilita l’individuo a entrare nella percezione sensibile e a gestirla, modularla in modo che non esploda o si reprima.
Ho cercato di dimostrare, ripercorrendo le numerose teorie che hanno portato la disciplina a trovare la sua applicazione odierna, l’utilità della stessa nel contesto quotidiano. Il contesto del qui ed ora, la realtà educativa.
L’arteterapia, o la tecnica creativa progettuale, è un ottimo strumento di cura in senso psicosociale, per le persone in disagio, per tutte le persone.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE “…La pittura è un aspetto dell’arte, l’arte è un aspetto dello spirito”. W.Kandisky Ho sempre pensato che chi nasce con la fortuna di motivarsi alla realtà e al futuro attraverso la creatività, arrivi ad esternare un bagaglio emotivo non indifferente. Quando dipingo entro in un mondo parallelo, patinato di quiete ed equilibrio o di turbinii di energia; mi investo di luci e colori, mi alleggerisco, e infine mi libero. Alla luce di queste emozioni, emozioni che mi hanno portato a riflettere sul potere straordinario dell’arte, ho elaborato le motivazioni principali che mi hanno spinto a intraprendere questo atipico percorso di tesi. La molla che mi ha portato ad intraprendere queste ricerche è l’immensa fiducia che nutro per questo strumento di benessere. Via non ordinaria di comunicazione al mondo, l’arte nella prospettiva progettuale e propositiva è una risorsa accessibile a tutti, che costa poco e regala molti risultati. A fronte di questa mia passione, sin dai primi approcci a questo corso, ho ricercato strade congruenti e complementari, contesti che affrontati insieme unissero il mio ascendente per l’arte con la gratificazione che mi deriva dalla speranza e dal sorriso negli occhi delle persone. Persone che chiamiamo diverse, ma in realtà semplicemente figlie di un universo del quale non possediamo i codici di accesso. Ho cominciato allora a lavorare sulla stesura di questa tesi. Quando un giorno ho incontrato Azzurra. Azzurra che non dice una parola, che si salvaguarda da quella realtà ostile che le ha fatto del male, che non riesce a comprendere. Mi sono imbattuta nelle sue poesie, mi hanno affascinato. Poi per cause, che di casuale a mio avviso hanno veramente poco, mi sono imbattuta in una saggia sua conoscente di vecchia data. Attraverso questa emblematica mediazione sono pervenuta ad una sua opera della giovinezza, opera eseguita quando la sua compagna di vita non aveva ancora cominciato a decostruirla. Tale convergenza tra la parte che mi apparteneva e la predisposizione della donna all’espressione artistica, mi hanno trascinato senza indugio alla decisione. In quel momento avevo scelto la strada da seguire, la spinta che mi permettesse di grattare la superficie dei miei percetti e analizzarli a fondo. Ed ecco che scrivo, tesa a dimostrare che l’arte, in tutte le sue accezioni, è uno straordinario strumento, che contempla l’educazione, la riabilitazione, il benessere, la forza per ricreare una realtà del tutto nuova. Realtà dalla quale spesso si sfugge per evitare ancora il dolore, reale che con delicatezza, può e deve essere rielaborato sotto una luce positiva, trascendendo gli stereotipi della malattia e della fissazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte e comunicazione
arteterapia
attività artistica in ambito educativo
comunicazione arte
educazione professionale
riabilitazione tramite l'arte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi