Skip to content

Il teatro fuori dai teatri - Gli spazi scenici non convenzionali nel contesto genovese

Informazioni tesi

  Autore: Marco Parodi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dei beni culturali
  Relatore: ALBERTO BENTOGLIO
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

La tesi si propone di fotografare la rete teatrale genovese - sia nei suoi aspetti istituzionali sia in quelli di più difficile definizione dell'area off - attraverso l'indagine del rapporto fra spazio urbano e luogo teatralizzato. . Si sono prese in esame alcune tipologie d'utilizzo di spazi "altri" collegati a percorsi di riqualificazione di parti della città. In primo piano il teatro come edificio e come spazio, nell'esperienza decennale del Teatro della Tosse, poi il percorso di riconversione del'area inustriale di Cornigliano, accompagnato da rassegne e interventi teatrali. A conclusione viene analizzata la modalità del festival che in tempi recenti ha connotato positivamente il contesto genovese, e che si può proporre come strumento autonomo di pianificazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il luogo incompiuto, abbandonato e vuoto testimonia una memoria, è disponibile all’evento di rappresentazione che lo realizza; esiste una relazione tra un evento teatrale e un luogo con una sua qualche particolarità; ogni spettacolo incontra un suo spazio ed ha bisogno di un suo luogo speciale perché spazio e concentrazione sono inseparabili e specifici per l’evento di rappresentazione. (Peter Brook) Pur esulando da un’astratta trattazione teorica, l’opera di ‘fotografia’ del presente che mi sono ripromesso in queste pagine poggia su alcuni concetti che è utile qui accennare prima di affrontare quella che vorrebbe essere una vera e propria ‘mappatura’ di un territorio. Prima di tutto, la stessa volontà di cogliere il più possibile il contemporaneo, l’attualità, ha assai limitato qualsiasi tentativo speculativo: i processi culturali e sociali possono comprendersi solo in una prospettiva storica che qui non è stato possibile adoperare. In effetti, quel che ho tentato di delineare è un percorso attraverso il presente, volutamente parziale, che prova a descrivere il sistema teatrale genovese a partire dai suoi spazi scenici non convenzionali. Fotografare uno status, identificare una condizione e qualificarla come ‘il presente’ significa chiarificare quel che è accaduto - la storia e l’esperienza che precede - e quel che s’ipotizza verrà dopo - le prospettive future. Il percorso si è perciò sviluppato lungo questi due assi: nel capitolo I ho scelto di compilare una griglia orientativa preliminare che, in riferimento al sistema teatrale genovese, permettesse di definire una casistica, circoscrivendo così fin da subito l’ambito d’osservazione a quegli eventi teatrali che in forme diverse escono dal luogo istituzionale entro cui la tradizione ha identificato progressivamente lo spettacolo. Nel capitolo II invece ho approfondito alcuni momenti specifici della storia teatrale recente che, secondo modalità differenti, hanno concretizzato questa tendenza, limitandosi sempre all’ambito genovese. Infine nel capitolo III ho provato a rintracciare le possibilità future che ipotizzano per Genova la creazione di una valida rete di festival teatrali, in questo caso correlati, secondo forme diverse, con la ‘teatralizzazione’ e la riqualificazione degli spazi urbani. Tutto ciò è stato possibile solo descrivendo parallelamente quello che è ‘il presente’ di una città attraverso i suoi mutamenti sociali e geografici: per questo ho fatto più volte riferimento a nozioni e bibliografie provenienti da altri ambiti - le scienze sociali, la geografia urbana,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cipputi
corpi urbani
festival circumnavigando
festival della scienza
festival internazionale di poesia
genova
gentrification
ilva cornigliano
laboratorio buridda
lunaria
marketing teatrale
mutazione cornigliano
osservatorio delo spettacolo
spazio teatrale
suq festival delle culture
teatralizzazione
teatro
teatro cargo
teatro dell'archivolto
teatro della tosse
teatro stabile di genova

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi