Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema della previdenza complementare nel Regno Unito. Il caso inglese in una prospettiva comparata tra Europa e Italia.

La previdenza complementare analizzata nel contesto storico, socio - economico e giuslavoristico secondo una visuale allargata: si confrontano, dopo una breve introduzione sulle nozioni e sulle strutture elaborate a livello europeo, le esperienze britannica e italiana in materia inserite infine nel contesto europeo al fine di promuovere una rinnovata coscienza e cultura previdenziale oltre che la costruzione di soggetti quali i fondi pensione secondo una visione paneuropea.

Mostra/Nascondi contenuto.
Il Sistema della previdenza complementare nel Regno Unito. 3 INTRODUZIONE C’è un tempo per vivere senza pensare di non poter essere solo dei ragazzini. Uno spazio è dato a ciascuno per formare il proprio intelletto e per camminare sulle strade, spesso tortuose, del mercato del lavoro. Ci sono attimi per amare, per costruire e consolidare relazioni sociali ed affetti familiari senza il timore di doversi preparare per quel viaggio che condurrà ad una meta che si vorrebbe ma non si può evitare. C’è un tempo per ogni fase della propria esistenza e richiede precise scelte, il rispetto di regole e l’assunzione di responsabilità per eventuali conseguenze. Per questo ho iniziato a rincorrere ogni momento e ad osservare il mondo che mi circonda con l’occhio vigile e consapevole di dover sconfinare spesso oltre un orizzonte che ora quasi posso toccare con un dito. Così ho deciso di analizzare e confrontare due realtà molto diverse tra loro, due stili di vita che si sono radicati in società fondate su patti intergenerazionali ma allo stesso tempo piene di contraddizioni, modelli che la legge di ciascun Stato vorrebbe orientare, modificare e valorizzare secondo la rispettiva originalità. A volte quando mi volgo a rileggere le pagine che ho già scritto, mi sembra invece di avere abdicato a questi proponimenti iniziali a favore di una curiosità, forse eccessiva ma per me necessaria, verso gli aspetti più prettamente tecnici della legislazione e dell’economia finanziaria. Non è però mia intenzione perdermi in inutili congetture circa l’effettiva voluntas legis che dovrebbe sostenere una determinata norma o valutare e verificare la correttezza di metodi e soluzioni per far fronte a certe distorsioni del mercato; l’obbiettivo che mi sono imposta è sempre lo stesso: l’osservazione cioè disincantata di un fenomeno ormai in piena

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Emanuela Lazzaro Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2332 click dal 08/01/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.