Skip to content

La crisi dei mercati finanziari dopo l'agosto 2007: cause e rimedi

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Alessandro Casone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management per l'impresa
  Relatore: Giacomo Vaciago
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

Tra la fine di luglio e gli inizi di agosto dello scorso anno, una vera e propria bufera, innescata dai forti dissesti sui crediti concessi alla clientela non primaria, si è abbattuta sui mercati finanziari statunitensi generando la cosiddetta “crisi dei mutui subprime”, mutui immobiliari concessi ad una clientela considerata a rischio, spesso priva di redditi certi e continuativi e con una storia creditizia caratterizzata da inadempienze.La crisi ha coinvolto non solo le banche che avevano finanziato tale clientela ma anche gli operatori finanziari – istituzionali e non – esposti indirettamente verso tale mercato, soprattutto attraverso l’eccessivo utilizzo di strumenti derivati e di titoli legati ad operazioni di cartolarizzazione.Catalizzando una reazione vasta e violenta, da tempo prevista dagli osservatori più attenti, tale turbolenza, con la complicità della globalizzazione, ha trascinato in una spirale negativa i mercati finanziari di tutto il mondo, assumendo così i contorni di una vera e propria crisi finanziaria internazionale.In un breve lasso di tempo, si è assistito al drastico crollo degli indici delle principali borse azionarie internazionali e al diffondersi di turbolenze che hanno gettato nel terrore e nel panico intermediari ed operatori finanziari, imponendo cosi l’intervento delle autorità monetarie.Da circa dieci anni a questa parte, con un’accelerazione marcata negli ultimi cinque anni, la globalizzazione e la finanza sono state le due facce di una stessa medaglia.
Infatti, se la globalizzazione, con l’apertura su vasti spazi dei mercati e con la caduta dei vecchi confini e dei vecchi controlli, ha contribuito all’evoluzione e al cambiamento dei mercati finanziari favorendo il nascere di una “nuova finanza”, allo stesso tempo, la “nuova finanza”, guidata dall’impulso di condizioni di bassa volatilità e abbondante liquidità, con tassi d’interesse e premi al rischio a livelli minimi, ha, a sua volta, consentito la straordinaria crescita dell’economia globale.
In particolare, l’ondata d’innovazione finanziaria, generata dall’apertura del mondo agli scambi e dalla credibilità delle politiche monetarie adottate, congiuntamente ad un’abbondanza di risparmi accresciuta dallo sviluppo delle economie asiatiche e dal surplus dei paesi esportatori di petrolio, ha interessato il credito al consumo nella misura in cui individui e istituzioni che prima avevano difficoltà di accesso al credito potevano ora indebitarsi su vasta scala.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Tra la fine di luglio e gli inizi di agosto dello scorso anno, una vera e propria bufera, innescata dai forti dissesti sui crediti concessi alla clientela non primaria, si è abbattuta sui mercati finanziari statunitensi generando la cosiddetta “crisi dei mutui subprime”, mutui immobiliari concessi ad una clientela considerata a rischio, spesso priva di redditi certi e continuativi e con una storia creditizia caratterizzata da inadempienze. La crisi ha coinvolto non solo le banche che avevano finanziato tale clientela ma anche gli operatori finanziari – istituzionali e non – esposti indirettamente verso tale mercato, soprattutto attraverso l’eccessivo utilizzo di strumenti derivati e di titoli legati ad operazioni di cartolarizzazione. Catalizzando una reazione vasta e violenta, da tempo prevista dagli osservatori più attenti, tale turbolenza, con la complicità della globalizzazione, ha trascinato in una spirale negativa i mercati finanziari di tutto il mondo, assumendo così i contorni di una vera e propria crisi finanziaria internazionale. In un breve lasso di tempo, si è assistito al drastico crollo degli indici delle principali borse azionarie internazionali e al diffondersi di turbolenze che hanno gettato nel terrore e nel panico intermediari ed operatori finanziari, imponendo cosi l’intervento delle autorità monetarie. Da circa dieci anni a questa parte, con un’accelerazione marcata negli ultimi cinque anni, la globalizzazione e la finanza sono state le due facce di una stessa medaglia. I

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adverse selection
banche centrali
bce
cartolarizzazione
cause e rimedi alla base della crisi
crisi dei mercati finanziari
fed
financial stability forum
globalizzazione
grado di trasparenza
liquidità
mercato immobiliare
moral hazard
mutui subprime
originate to distribuite model
politica monetaria
procedure di rating
rimedi e strumenti per fronteggiare la crisi
stabilità finanziaria
stabilità monetaria
strumenti finanziari innovativi
supervisione dei mercati
valutazione del rischio associato ai prodotti
vigilanza e regolamentazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi