Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sport e asma

Metodi e allenamento per un bambino asmatico

Mostra/Nascondi contenuto.
L’ asma è una condizione cronica in cui l’infiammazione delle vie aeree provoca episodi acuti ricorrenti di difficoltà respiratoria, con tosse, sibilo, oppressione toracica, respiro corto. L’infiammazione determina anche un’iperattività bronchiale causata da una serie di stimoli tra cui l’ attività fisica, le infezioni delle alte vie respiratorie, allergeni ed irritanti provocano una riduzione del lume delle vie aeree. Tutti questi fattori hanno come conseguenza i meccanismi di EIA i quali provocano la disidratazione delle vie respiratorie dovuta alla necessità di umidificare l’aria inspirata. La disidratazione porta modifiche a livello cellulare di tipo osmotico, con rilascio di mediatori che causano broncocostrizione.  L’effetto osmotico è più importante dell’effetto termico sulle vie respiratorie.  EIA può insorgere in condizioni di caldo secco (T >37°c)  Si può prevenire quando l’aria inspirata è pienamente umidificata a temperatura corporea Fattori che determinano la severità di EIA: Intensità e durata dell’esercizio fisico  Sport con attività che richiedono >80% del consumo Max di O 2 per > 6 min. più probabilmente causano EIA Umidità nell’aria inspirata  Aria fredda = meno acqua = peggioramento  Può influire la scelta dello sport: il nuoto induce meno EIA Gli episodi di asma possono essere lievi, moderati e severi, questi ultimi possono essere persino a rischio di sopravvivenza. Se l’ asma non è ben controllato l’esercizio fisico vigoroso può provocare sintomi asmatici. Al contrario un buon controllo dell’infiammazione consente la partecipazione sicura a tutti i tipi di attività fisica. Le manifestazioni cliniche variano da studente a studente e da una stagione all’altra. Alcune volte i ragazzi con asma possono richiedere un adattamento temporaneo nel tipo, nella lunghezza e nella frequenza dell’attività. Limitare l’attività fisica può ostacolare la socializzazione, ridurre l’autostima, aumentare la sedentarietà e ridurre l’efficienza fisica. 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Carlo Ascione Contatta »

Composta da 10 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2171 click dal 16/03/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.