Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli allestimenti di Brecht in Italia negli anni '90

Studio e ricerca intorno ai materiali di spettacoli scelti nell'ambito dela produzione italiana degli anni '90 intorno all'opera di Bertolt Brecht.
Approfondimento e lettura critica delle scelte drammaturgiche e sceniche dei seguenti spettacoli:

- Madre Coraggio - regia di Antonio Calenda (1991-92)
- L'angelo dei Sobborghi - regia di Leo de Berardinis (1991-92)
- La resistibile ascesa di Arturo Ui - regia di Marco Sciaccaluga (1993-94)
- Nella giungla delle città - regia di Federico Tiezzi (1996-97)
- Vita di Galileo - regia di Gigi dall'Aglio (1998-99)

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Intorno all'opera, alla vita e alla fortuna di Brecht, numerosi sono stati gli studi fino ad ora pubblicati. Soprattutto intorno agli anni '60-'70, la letteratura critica sull'argomento ha dato validi strumenti di lettura e di approfondimento del complesso universo brechtiano, nonché delle implicazioni non solo culturali del suo teatro e dei suoi scritti teorici. All'interno poi delle vicende che hanno accompagnato la ricezione delle sue opere in Italia come all'estero, è stato importante il ruolo che ha avuto un certo clima politico, nel riconoscimento, così come nell'offuscamento, della complessità e della vastità delle proposte brechtiane. Dal materiale bibliografico utilizzato per il nostro lavoro, emerge un punto di vista che ritiene come una valutazione completa ed oggettiva della figura di Brecht nel panorama culturale non sia ancora esaurita. All'interno del panorama di studi sull'argomento le direzioni di ricerca sono state diverse: dagli studi biografici, agli approfondimenti sui molteplici aspetti dell'artista: poeta, drammaturgo, teorico, regista sono quindi un contributo importante all'approfondimento del vasto e complesso universo brechtiano. Inoltre, a questi studi più critici vanno aggiunte le numerose testimonianze e opinioni personali di chi Brecht lo ha affrontato direttamente in palcoscenico: è, questa, una letteratura basata sulle singole esperienze dei collaboratori e degli attori che hanno lavorato a fianco di Brecht durante gli anni del Berliner Ensemble, nonché l'esperienza e la pratica di coloro che hanno raccolto l'eredità del teatro epico nei decenni dell'avanguardia e del teatro politico e hanno cercato nuovi linguaggi. In ultimo, per quanto riguarda l'Italia, quella

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristina Iasiello Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2059 click dal 30/01/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.