Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela del marchio nel mercato italiano, comunitario ed internazionale

Il lavoro analizza i diversi fattori di criticità legati alla diffusione globale del marchio affrontando i rischi e le dinamiche di contraffazione nel contesto internazionale, con particolare attenzione alle problematicità generate dall'esistenza del marchio in forma digitale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1INTRODUZIONE Quello del marchio è certamente un ruolo affascinante e oltremodo complesso all’interno dello scenario economico, sociale e tecnologico contemporaneo. Nonostante l’uso di contrassegnare in maniera univoca gli oggetti prodotti trovi riscontri già da epoche assai antiche, è soprattutto nell’età contemporanea che il marchio ha consolidato la propria posizione ed il proprio ruolo, attraverso la definizione precisa delle proprie funzioni, la diffusione del proprio utilizzo e lo sviluppo di competenze professionali ad esso dedicate sempre più approfondite e specifiche, in ciascun campo. Non sembra essere azzardato affermare che il marchio riveste oggi un ruolo cardine per l’impresa. Sul marchio si investono elevate risorse per affidarne la creazione, l’elaborazione ed il restyiling a studi grafici di consolidata fama e professionalità; ad esso l’azienda affida il compito di rappresentare i propri prodotti, la propria qualità e la propria immagine; ad esso fanno riferimento i consumatori per trarre indicazioni in merito ai prodotti che intendono acquistare. Nei casi più felici il marchio diventa un eccezionale strumento di fidelizzazione, catalizzando l’immaginario del consumatore sino al punto di divenire oggetto di culto, icona contemporanea, segno di appartenenza e di riconoscimento.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Roberto Ottolino Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4083 click dal 16/01/2009.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.