Skip to content

Ruolo della proteina Rpn11 nella dinamicità della morfologia mitocondriale di Saccharomyces cerevisiae

Informazioni tesi

  Autore: Lorenza Tulli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: biologia cellulare applicata
  Relatore: teresa Rinaldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Saccharomyces cerevisiae è un lievito aerobio facoltativo in grado di crescere sia su terreni con fonti di carbonio fermentabili, come il glucosio, sia su terreni contenenti fonti di carbonio solo respirabili, come il glicerolo. Questo tipo di metabolismo permette di studiare la struttura, l’organizzazione e la genetica mitocondriale.
Molte proteine sono coinvolte nel mantenimento della morfologia mitocondriale e molte di quelle che appartengono agli apparati di fissione fusione e tubulazione sono state identificate. L’interesse per il mantenimento della morfologia mitocondriale è aumentato dopo la scoperta che l’alterazione di proteine coinvolte in una di queste vie porta a fenotipi mitocondriali aberranti causando malattie genetiche come Charchot Marie Tooth, la Ophtalmia, la neuropatia ottica dominante (OPA 1).
Nel nostro laboratorio è studiato un ceppo di lievito (rpn11-m1) che possiede una mutazione nel gene RPN11, che causa un assemblaggio difettivo del lid del proteasoma; a livello fenotipico il mutante rpn11-m1 mostra difetti di ciclo cellulare ed, inoltre, mostra difetti nella funzionalità mitocondriale, fenotipo unico tra i mutanti proteasomali, e presenta mitocondri estremamente frammentati già alla temperatura permissiva.
In questo studio si è cercato di capire come la proteina Rpn11-m1 fosse implicata nel mantenimento della morfologia mitocondriale. Questa proteina potrebbe partecipare alla regolazione degli eventi di fusione, fissione o tubulazione perché ci sono esempi di proteine appartenenti alla via dell’ubiquitina-proteasoma che regolano, in modo ancora non chiaro, la morfologia mitocondriale.
Quindi si è proceduto in primo luogo ad investigare quale dei tre processi (fusione, fissione o tubulazione) fosse alterato nel mutante rpn11-m1.
I nostri risultati hanno fatto ipotizzare che Rpn11 agisca principalmente sul processo di tubulazione e che quindi abbia un ruolo nella regolazione dell’equilibrio dinamico dei mitocondri. La via di cui farebbe parte Rpn11 non è ancora nota, ma noi proponiamo che il calcio e alcune delle proteine che lo legano, come Gem1 e Pmr1, siano importanti.
Il passo successivo da compiere, al termine dell’analisi delle interazioni genetiche tra i mutanti in esame, sarà lo studio delle modalità di interazione tra le proteine oggetto del nostro studio, per comprendere se tra di esse possa esserci un’associazione diretta o se invece sia coinvolto qualche ulteriore proteina adattatrice.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione I mitocondri Saccharomyces cerevisiae è un lievito aerobio facoltativo in grado di crescere sia su terreni con fonti di carbonio fermentabili, come il glucosio, sia su terreni contenenti fonti di carbonio solo respirabili, come il glicerolo (Berger e Yaffe, 2000). Questo tipo di metabolismo permette di studiare la struttura, l’organizzazione e la genetica mitocondriale. I mitocondri sono organelli tubulari presenti nel citoplasma di tutte le cellule eucariotiche, che mostrano una estrema dinamicità in quanto la loro forma varia in base al tipo di cellula, allo stato fisiologico e alle condizioni nutrizionali (Messerschmitt et al., 2003). Strutturalmente sono formati da due membrane, una interna e una esterna che insieme delimitano il compartimento intermembrana. Sulla membrana interna, che racchiude la matrice, sono localizzati gli enzimi della catena respiratoria. La matrice, invece, contiene la maggior parte degli enzimi metabolici ed il DNA mitocondriale, ribosomi e tRNA. Questi organelli sono la sede in cui avviene la fosforilazione ossidativa, il processo necessario per la generazione dell’energia metabolica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cerevisiae
dnm1
fissione
fusione
fzo1
gem1
microscopia a fluorescenza
mitocondri
mitocondrio
mmm1
mmm2
morfologia mitocondriale
mpr1
neuropatia ottica dominante
pmr1
rpn11
saccharomyces
tubulazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi