Skip to content

Analisi teoria della percezione e psicologia della forma riguardanti David Lynch e le arti visive pittoriche

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Zeni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Pittura e arti visive
  Corso: laurea triennale
  Relatore: Alessandro Romanini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

La mia tesi tratta come Perdersi nei labirinti di David Lynch:

David Lynch è un genio. Ciò che è davvero strano è che la gente pensa che sia un tipo un pò originale. E' invece un uomo profondamente normale. Ciò che è strano è la vita, non la prospettiva da cui la guardi.

Sono lontani i tempi in cui David Lynch era solo un artista di nicchia, considerato da molti semplicemente un provocatore scatenato e l’ennesima conferma giunge al pubblico italiano con l’allestimento attento presso la Triennale di Milano di “The Air is on Fire”, mostra che racchiude le sue opere dall’adolescenza a oggi.

Alla scoperta di una chiave di lettura per comprendere o vivere al massimo dell’incomprensibile film e deliri del regista americano, tanti finora sono stati i visitatori dell’esposizione, qualcuno nella speranza di trovare nuovi spunti per “leggere e intellegere” le opere visionarie di Lynch e qualche altro, semplicemente, per abbandonarsi ulteriormente a impulsi visivi, sonori e tattili che solo un artista così poliedrico può regalare.
Nessuna volontà di ricevere catalogazioni, il buon David non si smentisce: niente date, niente indicazioni di spazio o di luogo, solo forme plastiche organiche, forme confuse e sfocate, lettere sovrapposte, parole sconnesse, fumetti, bozze e bozzetti, foto morbose, spazi abitabili senza prospettiva, scarpe –immancabili-, suoni, immagini, installazioni…per una rara complessità di sensazioni che si mischiano nella mente dello spettatore-visitatore.
Piani di conoscenza che si intrecciano e confondono, fino a rivelarsi totalmente vani se l’intenzione è quella di penetrare la mente e l’opera di David Lynch per dargli una categoria, una classificazione, un nome.
Ancora una volta Lynch gioca con i sensi dello spettatore, colpendolo a tradimento, lasciandolo a bocca aperta con nessun tassello in più per ricostruire il mosaico.

La strada verso l’uscita dal labirinto rimane introvabile, fatica inutile per chi voglia cercare un filo di Arianna, una risposta, un piano di realtà, una leggibilità minimamente chiara o lineare.Il vero artista è completo.poliedrico come Lynch.la pittura non è mai sola cos come non lo è il cinema ,in realtà le arti sono tutte frammenti che si ricongiungono tra loro cosi come il cinema e la pittura e il buon David mi ha ispirato per la creazione dei miei dipinti e del mio cammino artistico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Prefazione: Perdersi nei labirinti di David Lynch . La strada verso l’uscita dal labirinto rimane introvabile, fatica inutile per chi voglia cercare un filo di Arianna, una risposta, un piano di realtà, una leggibilità David Lynch è uno degli artisti cinematografici più importanti degli ultimi vent'anni, autore di film che sono entrati nella storia del cinema e che hanno sempre provocato infuocati dibattiti tra i cinefili. Sin dall'esordio con Eraserhead, sino all'ultimo, per molti spiazzante, ma incredibilmente lynchiano Inland Empire che vorremmo ricordare col suo titolo originale piuttosto che con quello italiano su cui sospendiamo il giudizio. Intanto, Cinema Studio ha voluto dedicare al grande David uno speciale in cui si analizzano varie fasi del lavoro e del suo processo creativo. Alla scoperta di una chiave di lettura per comprendere o vivere al massimo dell’incomprensibile film e deliri del regista americano, tanti finora sono stati i visitatori dell’esposizione, qualcuno nella speranza di trovare nuovi spunti per “leggere e intellegere” le opere visionarie di Lynch e qualche altro, semplicemente, per abbandonarsi ulteriormente a impulsi visivi, sonori e tattili che solo un artista così poliedrico può regalare.David Lynch con le atmosfere particolari delle sue opere cinematografiche ha accompagnato il mio cammino artistico,nel mio percorso paesaggistico i suoi film hanno dato vita alla mia creatività ispirando con le loro atmosfere i miei dipinti . “Inland Empire”mi ha ispirato ed accompagnato a creare paesaggi notturni grazie alla sua atmosfera cupa e tetra facendomi realizzare dipinti che trasmettono spettralità. L’altro capolavoro “Come una storia vera” mi ha ispirato alla creazione di paesaggi campestri con colori nitidi e luminosi. Gli elaborati sono realizzati su tavola di compensato con superfici particolari e una pittura basata sul segno. Questi dipinti saranno realizzati su tavola di compensato di formato 60.80 cm,la preparazione sulla tavola sarà eseguita con colla e gesso di Bologna in modo tale da donare spessore e rendere materia la superficie.Sullo sfondo si interverrà con colori acrilici. I lavori dovranno suggerire l’approfondimento di questa spettralità e delle sensazioni che Lynch mi ha trasmesso, cosi da poter dimostrare come il cinema e le arti visive facciano parte propria anche della pittura. Soggetti molto cupi,elaborati basati sul segno,sulla pittura gestuale e l’impressione dello spettatore. Nessuna volontà di ricevere catalogazioni, il buon David non si smentisce: niente date, niente indicazioni di spazio o di luogo, solo forme plastiche organiche, forme confuse e sfocate, lettere sovrapposte, parole sconnesse, fumetti, bozze e bozzetti,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte e cinema
artisti comlpeti
artisti poliedrici
capolavori
catalogazioni
david lynch
eraserhead
film
film e deliri
forme plastiche organiche
fumetti foto
impulsi visivi sonori tattili
inland empire
labirinti
leggere intelleggere
macabre favole
originalità
oscenità del sentimento
pittura e cinema
psicologia della forma
regista david lynch
spazio o luogo
suoni immagini
twin peaks

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi