Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le elezioni regionali del 2004 in Sardegna - Gli effetti della campagna elettorale sulle conoscenze e sui comportamenti di voto degli elettori

Il 12 e 13 giugno 2004 i cittadini sardi sono stati chiamati alle urne per eleggere il XIII Consiglio Regionale della Regione Autonoma della Sardegna. Queste elezioni, secondo molti osservatori, rappresentano una tappa fondamentale per la storia politica e istituzionale della Regione. Le motivazioni che stanno alla base di questo punto di vista vanno ricercate soprattutto nel nuovo sistema elettorale che, oltre a prevedere l’elezione diretta del Presidente della Regione con un sistema a turno unico, dovrebbe garantire al "governatore" maggiori poteri decisionali, unitamente ad una maggioranza stabile in Consiglio.

Questo lavoro vuole, nel suo piccolo, aprire una finestra sulla storia più recente della politica e delle istituzioni in Sardegna.

Il percorso seguito può essere concretamente diviso in tre parti. Nella prima, che corrisponde al capitolo 1, sono state esaminate le vicende della XII legislatura, partendo dalla trattazione delle regole elettorali allora vigenti. Si è poi proseguito con la descrizione e l’analisi delle elezioni del 13 giugno 1999 che hanno visto la vittoria della coalizione di centrodestra, guidata da Mauro Pili. Per finire, sono stati descritti, in maniera dettagliata, gli intricati avvenimenti che hanno caratterizzato la legislatura in questione.

Nella seconda parte, che corrisponde al capitolo 2, ci siamo soffermati sulle elezioni regionali del 2004. Dopo aver illustrato le nuove regole elettorali e la composizione delle nuove province, ci siamo concentrati sulla campagna elettorale di tutte le coalizioni che concorrevano, ognuna con un proprio candidato presidente, alle elezioni che rinnovavano il XII Consiglio Regionale. E’ stato dato, com’è naturale, maggiore rilievo alle due coalizioni, rispettivamente di centrodestra e di centrosinistra, che da subito sono apparse come le uniche in grado, anche alla luce del nuovo sistema elettorale, di concentrare su di sè la maggior parte dei consensi.
Dopo aver esaminato i partiti e le coalizioni formatesi in vista della consultazione, e dopo aver tracciato un breve identikit di tutti i candidati alla carica di governatore, sono stati esaminati i risultati delle elezioni tenutesi il 12 e 13 giugno 2004. Le elezioni – caratterizzate dal nuovo sistema elettorale e da un livello piuttosto elevato di affluenza alle urne – hanno visto il successo, abbastanza netto, della lista di centrosinistra "Sardegna Insieme" guidata da Renato Soru. L’ultimo paragrafo del capitolo è dedicato alla descrizione della Giunta Soru, costituitasi dopo appena tre settimane dal voto.

Nell’ultima parte del lavoro infine, si è voluto indagare circa gli eventuali effetti prodotti dalla campagna elettorale sulle conoscenze e sui comportamenti di voto degli elettori. A questo scopo si è fatto ricorso allo strumento dell’inchiesta campionaria, mediante la somministrazione di questionari autocompilati a un gruppo di studenti frequentanti il corso di Scienza Politica della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Cagliari. Gli esiti di questa ricerca sono stati illustrati nel capitolo 3.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il 12 e 13 giugno 2004 i cittadini sardi sono stati chiamati alle urne per eleggere il XIII Consiglio Regionale della Regione Autonoma della Sardegna. Queste elezioni, secondo molti osservatori, rappresentano una tappa fondamentale per la storia politica e istituzionale della Regione. Le motivazioni che stanno alla base di questo punto di vista vanno ricercate soprattutto nel nuovo sistema elettorale che, oltre a prevedere l’elezione diretta del Presidente della Regione con un sistema a turno unico, dovrebbe garantire al "governatore" maggiori poteri decisionali, unitamente ad una maggioranza stabile in Consiglio. Questo lavoro vuole, nel suo piccolo, aprire una finestra sulla storia più recente della politica e delle istituzioni in Sardegna. Il percorso seguito può essere concretamente diviso in tre parti. Nella prima, che corrisponde al capitolo 1, sono state esaminate le vicende della XII legislatura, partendo dalla trattazione delle regole elettorali allora vigenti. Si è poi proseguito con la descrizione e l’analisi delle elezioni del 13 giugno 1999 che hanno visto la vittoria della coalizione di centrodestra, guidata da Mauro Pili. Per finire, sono stati descritti, in maniera dettagliata, gli intricati avvenimenti che hanno caratterizzato la legislatura in questione. Nella seconda parte, che corrisponde al capitolo 2, ci siamo soffermati sulle elezioni regionali del 2004. Dopo aver illustrato le nuove regole elettorali e la composizione delle nuove province, ci siamo concentrati sulla campagna elettorale di tutte le coalizioni che concorrevano, ognuna con un proprio candidato presidente, alle elezioni che rinnovavano il XII Consiglio Regionale. E’ stato dato, com’è naturale, maggiore rilievo alle due coalizioni, rispettivamente di centrodestra e di centrosinistra, che da subito sono apparse come le uniche in grado, anche alla luce del nuovo sistema elettorale, di concentrare su di sè la maggior parte dei consensi. Dopo aver esaminato i partiti e le coalizioni formatesi in vista della consultazione, e dopo aver tracciato un breve identikit di tutti i candidati alla carica di governatore, sono stati esaminati i risultati delle elezioni tenutesi il 12 e 13 giugno 2004. Le elezioni – caratterizzate dal nuovo sistema elettorale e da un livello piuttosto elevato di affluenza alle urne – hanno visto il successo, abbastanza netto, della lista di centrosinistra "Sardegna Insieme" guidata da Renato Soru. L’ultimo paragrafo del capitolo è dedicato alla descrizione della Giunta Soru, costituitasi dopo appena tre settimane dal voto. Nell’ultima parte del lavoro infine, si è voluto indagare circa gli eventuali effetti prodotti dalla campagna elettorale sulle conoscenze e sui comportamenti di voto degli elettori. A questo scopo si è fatto ricorso allo strumento dell’inchiesta campionaria, mediante la somministrazione di questionari autocompilati a un gruppo di studenti frequentanti il corso di Scienza Politica della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Cagliari. Gli esiti di questa ricerca sono stati illustrati nel capitolo 3. Prima di concludere questa introduzione mi sembra doveroso fare alcuni ringraziamenti. 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Davide Ancis Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 764 click dal 30/01/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.