Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove forme di distribuzione e i canali distributivi multipli

Nella tesi viene analizzata l'importanza che può assumere il commercio elettronico per le imprese; tant'è che la maggior parte di esse (tradizionaliste e non) hanno dovuto rivedere la propria struttura distributiva, investendo ingenti capitali per lo sviluppo del sito aziendale. La tesi tratta poi specificatamente un caso aziendale (Ducati Motor S.p.A) emblematico.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Non accade frequentemente di assistere all’affermarsi preponderante di una nuova tecnologia che rivoluziona l’attività economica ed organizzativa del mondo intero. Questa nuovo supporto informatico si chiama Internet ed è definita come una rete che collega gli utenti di ogni Paese. Essa è nata negli Stati Uniti alla fine degli anni ’60 mettendo in collegamento i computer delle Università con quelli degli uffici ministeriali. Nel 1989 venne poi creato un sistema che facilitò l’utilizzo di Internet per lo scambio di informazioni ed infine nel ’93 si ebbe lo sviluppo decisivo che consentì la trasmissione di qualsiasi tipo di informazione o immagine tramite la rete (Cusumano M.A. & Yoffie D.B., 1999). Ben presto il numero di utenti si è allargato e le imprese si sono organizzate per sfruttare le potenzialità di questa tecnologia, che ha anche permesso la nascita di società ad hoc. Entro la fine del 2000 si prevede che ben il 65% delle aziende avrà un sito web, mentre nel ’99 erano il 40% (agenzia ANSA, 13 marzo 2000). Inoltre, bisogna sottolineare l’evoluzione generazionale dei siti stessi. Mentre nella prima generazione venivano fornite esclusivamente informazioni relative ai prodotti offerti, che risultavano di poco interesse all’utente, tant’è che dopo una prima visita egli difficilmente ritornava sul sito, al contrario, quelli di seconda generazione si contraddistinguono per la interattività o partecipazione del cliente, il quale può acquistare (personalizzando il prodotto), può richiedere informazioni via e-mail, ecc. (Martin C., 1997) Come è facile intuire, questa seconda generazione ha determinato notevoli cambiamenti organizzativi alle aziende, dalla creazione del prodotto o servizio sino alla loro commercializzazione e distribuzione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gian Luca Govoni Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7607 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.