Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Amministrazione locale e il servizio al cittadino. Evoluzioni in atto in due comuni lombardi.

Il valore dell’autonomia locale è stato sancito sin dalla Costituzione del 1948. Tuttavia, tale principio ha trovato una concreta attuazione solamente agli inizi degli anni ’90, con il varo di nuove norme che, tra le altre cose, hanno aperto la strada ad una nuova concezione del rapporto tra Pubblica amministrazione e cittadino, e ribadito l’importanza dell’autonomia organizzativa negli enti locali.

Nel primo capitolo dell'elaborato si traccia un quadro sintetico degli interventi di riforma che hanno riguardato la Pubblica amministrazione locale ed i principali effetti che hanno comportato. Apparirà con evidenza che i due principali elementi connessi a tale disegno riformatore sono l’importanza dell’autonomia organizzativa ed un rinnovato rapporto con il cittadino. Un cittadino che si avvia sempre più ad essere considerato “cliente”, e che quindi necessita di vedere soddisfatti i propri bisogni con un nuovo approccio da parte della Pubblica amministrazione, orientato alla qualità.

Il secondo capitolo si prefigge di analizzare il Comune dal punto di vista delle norme che ne disciplinano il funzionamento e le sue funzioni; si fa inoltre un’analisi del rapporto tra il comune e il cittadino, una relazione declinabile in molteplici aspetti.

Il terzo capitolo è dedicato alla ricerca empirica che sta alla base del presente elaborato. Oggetto della ricerca sono stati due comuni lombardi, comparabili dal punto di vista della popolazione residente, ma caratterizzati da diversi modelli di struttura organizzativa. Attraverso l’analisi delle interviste cui sono stati sottoposti i dipendenti dei due enti locali, si cercherà di capire se, come, e perché, la struttura organizzativa di un comune possa influire sulla qualità del servizio erogato.
Si discuterà inoltre della reazione dei dipendenti al cambiamento, e dell’importanza del coinvolgimento delle risorse umane.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE  «La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento» 1 . Il valore dell’autonomia locale è stato sancito sin dalla Costituzione del 1948. Tuttavia, tale principio ha trovato una concreta attuazione solamente agli inizi degli anni ’90, con il varo di nuove norme che, tra le altre cose, hanno aperto la strada ad una nuova concezione del rapporto tra Pubblica amministrazione e cittadino, e ribadito l’importanza dell’autonomia organizzativa negli enti locali. Nel primo capitolo si traccia un quadro sintetico degli interventi di riforma che hanno riguardato la Pubblica amministrazione locale ed i principali effetti che hanno comportato. Apparirà con evidenza che i due principali elementi connessi a tale disegno riformatore sono l’importanza dell’autonomia organizzativa ed un rinnovato rapporto con il cittadino. Un cittadino che si avvia sempre più ad essere considerato “cliente”, e che quindi necessita di vedere soddisfatti i propri bisogni con un nuovo approccio da parte della Pubblica amministrazione, orientato alla qualità. Il secondo capitolo si prefigge di analizzare il Comune dal punto di vista delle norme che ne disciplinano il funzionamento e le sue funzioni; si fa inoltre un’analisi del rapporto tra il comune e il cittadino, una relazione declinabile in molteplici aspetti. Il terzo capitolo è dedicato alla ricerca empirica che sta alla base del presente elaborato. Oggetto della ricerca sono stati due comuni lombardi, comparabili dal punto di vista della popolazione residente, ma caratterizzati da diversi modelli di struttura organizzativa. Attraverso l’analisi delle interviste cui sono stati sottoposti i dipendenti 1 Costituzione della Repubblica Italiana, Art. 5 - 2 -

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Nicola Mario Iacovino Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1091 click dal 30/01/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.