Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

David Leavitt: letture e interpretazioni italiane

Questa tesi nasce dall'esigenza di una lettura organica della risposta critica, italiana ma anche anglo-americana, all'opera di David Leavitt. Il lavoro si articola in due parti. La prima parte è costituita da una biografia dell'autore e da un capitolo che raccoglie le principali interpretazioni delle critiche angloamericane. La seconda parte si articola anch'essa in due capitoli: il primo presenta un quadro d'insieme della critica italiana su David Leavitt con particolare riferimento alle considerazioni dei maggiori critici italiani. Il secondo capitolo offre la schedatura sistematica in ordine cronologico di tutto il materiale critico pubblicato in Italia su David Leavitt dal 1985 al 1998.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Questa tesi nasce dall’esigenza di una lettura organica della risposta critica, italiana ma anche anglo-americana, all’opera di David Leavitt. La mancanza di una visione critica saldamente strutturata si può forse imputare al fatto che la produzione letteraria di Leavitt è relativamente recente e in costante evoluzione. Il lavoro si articola in due parti. La prima parte è costituita da un capitolo dedicato a una essenziale biografia dell’autore, e da un capitolo che raccoglie le principali interpretazioni dalle critiche angloamericane. Le informazioni raccolte in questo secondo capitolo sono state reperite attraverso fonti eterogenee come la consultazione cartacea di riviste e pubblicazioni librarie in lingua originale, e la ricerca in rete informatica (Internet), che ha comportato l’adozione di “filtri”, data la notevole mole di informazioni disponibili sia in lingua italiana sia in lingua inglese. La seconda parte si articola anch’essa in due capitoli: il primo presenta un quadro d’insieme della critica italiana su Leavitt con particolare riferimento alle considerazioni dei maggiori critici italiani, come Fernanda Pivano, Mario Corona e Romano Giachetti, autori di numerosi articoli su quotidiani, riviste e, come nel caso della Pivano, anche libri. Il secondo capitolo offre la schedatura sistematica in ordine cronologico del materiale critico pubblicato in Italia su David Leavitt; si tratta in gran parte di articoli, interviste e recensioni dei suoi libri apparsi su quotidiani e riviste di critica letteraria, e prefazioni e postfazioni delle opere di Leavitt tradotte in Italia. La eterogenità delle pubblicazioni giornalistico-letterarie che si sono interessate di Leavitt dà la misura dell’eco che hanno avuto soprattutto le prime due opere (Ballo di famiglia e La lingua perduta delle gru), interesse suscitato da molteplici fattori quali la giovane età dello

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luigi Zitarelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1533 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.