Skip to content

Linguaggio sul linguaggio e linguaggio sul pensiero. Una ricerca in Tanzania

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Riva
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Psicologia
  Relatore: Antonella Marchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

Quello che intendo esporre in questo libro è frutto di un lavoro di approfondimento e di ricerca, sia sul campo che all’interno dell’immenso oceano delle pubblicazioni scientifiche. Durante la preparazione di questo elaborato mi sono resa conto di come gli ambiti di studio e ricerca, parallelamente a quelli della vita quotidiana, siano sorprendentemente interconnessi l’uno con l’altro, e di come sia proprio questa rete di interconnessioni a dar loro e significato. Per cui cercherò di esporre i risultati delle mie ricerche mettendo in luce i punti di collegamento tra i vari ambiti che verranno trattati.
Questo lavoro nasce all’interno di una serie di ricerche condotte presso il C.R.T.I. dell’Università Cattolica di Milano sulle capacità metacognitive in età evolutiva e, in particolare, su come esse si sviluppano e sul ruolo giocato dalle istituzioni scolastiche in tale sviluppo. Lo stimolo originario di tale interesse è dato dal lavoro del professor David R. Olson dell’Ontario Institute of Studies in Education (Toronto, Canada). Di particolare interesse, tra le ricerche di Olson, è il questionario che egli ha elaborato nel 1991 in collaborazione con Janet W. Astington. Esso è stato studiato, rielaborato, reso adeguato al contesto italiano, e poi somministrato in alcune scuole dell’interland milanese da alcuni membri del C.R.T.I. (Antonietti, Liverta Sempio, Marchetti 1998). Io ho preso in considerazione questa nuova versione dello strumento, con l’intenzione di somministrarlo in un contesto di cultura non occidentale e cercare così, da un lato, di valutare l’ampiezza della sua generalizzabilità, dall’altro, di mettere in maggior luce gli aspetti culturalmente determinati dello strumento (e del costrutto teorico che ne è sotteso). Per raggiungere questi obiettivi ho fatto tradurre il questionario italiano in lingua Swahìli e l’ho somministrato agli studenti di tre scuole in Tanzanìa (Est Africa).
La trattazione si divide in due parti. La prima di esse affronta il pensiero di David R. Olson “all’interno del dialogo scientifico”, cioè mettendolo in relazione ai dibattiti dai quali è scaturito il suo interesse per la relazione tra mente e linguaggio, ed alle discussioni con i contemporanei che lo hanno sospinto a sviluppare le proprie idee nella direzione in cui esse stanno ancor oggi avanzando.
Il primo capitolo espone sinteticamente i tre principali ambiti/teorie da cui ha avuto origine, e a cui tutt’ora fa riferimento il pensiero di quest’autore: la teoria degli atti linguistici di Austin e Searle, il pensiero dell’autore russo Lev Semenovich Vygotskij, e lo studio delle “teorie della mente”.
Nel secondo capitolo è trattata l’evoluzione del pensiero di Olson: dall’interesse sul rapporto tra linguaggio e pensiero durante l’evoluzione storica dell’essere umano, allo studio di come tale relazione si sviluppa nel bambino nei suoi primi anni di crescita, e infine (anche se questi ultimi aspetti sono due facce della stessa medaglia) alla ricerca su quanto ed in che modo le istituzioni scolastiche influiscono sullo sviluppo delle capacità e della coscienza metacognitive.
Nella seconda parte dell’elaborato sono esposti i risultati della mia ricerca in Tanzanìa, preceduta da alcune contestualizzazioni metodologiche e culturali necessarie per comprendere meglio sia i dati sia la loro discussione.
Il terzo capitolo tratta le caratteristiche metodologiche specifiche delle ricerche culturali e cross-culturali in tutti i loro aspetti principali, con una particolare attenzione a quelli implicati nella ricerca da me effettuata.
Nel quarto capitolo sono analizzati alcuni aspetti della cultura africana, ed in particolare di quella tanzaniana che permettono di contestualizzare efficacemente la ricerca sul campo.
Nell’ultimo capitolo, infine, sono presentati e discussi, confrontandoli anche con i dati italiani, i risultati di tale ricerca, e sono tratte alcune conclusioni a partire da tali dati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE: UNA RETE DI CONOSCENZA Quello che intendo esporre in questo libro è frutto di un lavoro di approfondimento e di ricerca, sia sul campo che all’interno dell’immenso oceano delle pubblicazioni scientifiche. Durante la preparazione di questo elaborato mi sono resa conto di come gli ambiti di studio e ricerca, parallelamente a quelli della vita quotidiana, siano sorprendentemente interconnessi l’uno con l’altro, e di come sia proprio questa rete di interconnessioni a dar loro e significato. Per cui cercherò di esporre i risultati delle mie ricerche mettendo in luce i punti di collegamento tra i vari ambiti che verranno trattati. Questo lavoro nasce all’interno di una serie di ricerche condotte presso il C.R.T.I. dell’Università Cattolica di Milano sulle capacità metacognitive in età evolutiva e, in particolare, su come esse si sviluppano e sul ruolo giocato dalle istituzioni scolastiche in tale sviluppo. Lo stimolo originario di tale interesse è dato dal lavoro del professor David R. Olson dell’Ontario Institut of Studies in Education (Toronto, Canada). Di particolare interesse, tra le ricerche di Olson, è il questionario che egli ha elaborato nel 1991 in collaborazione con Janet W. Astington. Esso è stato studiato, rielaborato, reso adeguato al contesto italiano, e poi somministrato in alcune scuole dell’interland milanese da alcuni membri del C.R.T.I. (Antonietti, Liverta Sempio, Marchetti 1998). Io ho preso in considerazione questa nuova versione dello strumento, con l’intenzione di somministrarlo in un contesto di cultura non occidentale e cercare così, da un lato, di valutare l’ampiezza della sua generalizzabilità, dall’altro, di mettere in maggior luce gli aspetti culturalmente determinati dello strumento (e del costrutto teorico che ne è sotteso). Per raggiungere questi obiettivi ho fatto tradurre il questionario italiano in lingua Swahìli e l’ho somministrato agli studenti di tre scuole in Tanzanìa (Est Africa). La trattazione si divide in due parti. La prima di esse affronta il pensiero di David R. Olson “all’interno del dialogo scientifico”, cioè mettendolo in relazione ai dibattiti dai quali è

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

atti linguistici
david olson
janet astington
ontario institute for studies in education
teorie della mente

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi