Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il segretario e il direttore generale negli enti autonomi locali

Il direttore generale rappresenta una sorta di cerniera tra apparato politico ed apparato burocratico di vertice dell’ente locale.
Quello dei rapporti fra segretario comunale o provinciale e direttore generale è in realtà un falso problema giuridico: il rapporto deve essere improntato su uno spirito di necessaria e reale collaborazione e complementarietà, evitando ogni interferenza e, nello stesso tempo, ogni scavalcamento.
Si è giunti alla conclusione che quello dei rapporti fra segretario comunale o provinciale e direttore generale è in realtà un falso problema giuridico che va perlopiù traslato sul piano dei rapporti umani: parafrasando certa dottrina, si è affermato, in ultima analisi, che tali figure devono realizzare un vero e proprio “gioco di squadra”.

Mostra/Nascondi contenuto.
Il segretario e il direttore generale negli enti autonomi locali INTRODUZIONE 1. Premessa. Lo scopo di questo lavoro è quello di delineare le figure del segretario comunale e provinciale e del direttore generale, operazione certamente facile se ci si limita, adottando un taglio da giuristi formali, ad un esame della normativa. E’ al contrario un’operazione difficoltosa se si vuole approfondire la tematica tenendo conto non solo dei rapporti che si istaurano tra gli organi di governo dell’ente locale ma anche delle prassi applicative in sede locale. Problema quest’ultimo che ha impegnato non poco la dottrina la quale, a causa di una certa lacunosità legislativa e regolamentare, ha fornito opinioni contrastanti. Probabilmente è forse presto per cogliere appieno il dato degli ordinamenti e delle prassi applicative locali, soprattutto perché non si è ancora formato, nel triennio trascorso dalla “Bassanini bis”, una consolidata e sufficiente pratica, ma certo non inutile per tentare di comprendere la direzione verso cui si muove la riforma. 2. Figura del segretario comunale e provinciale. Cenni storici. Dall’introduzione della figura del segretario risalente alla prima legge comunale e provinciale della nostra storia, la Legge del 20 marzo 1865 n. 2248 all. A), sino al R.D.L. del 17 agosto 1928 n. 1953, lo status di 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sergio Avitabile Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3313 click dal 19/02/2009.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.