Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'analisi tecnica per un trading system nel settore tecnologico

L’analisi tecnica è un particolare approccio applicato alle dinamiche finanziarie e nasce dall’idea che i mercati si muovano secondo tendenze provocate dal cambiamento di attitudine e aspettative da parte degli investitori relativamente al ciclo economico.
Essa di occupa, come abbiamo visto, di studiare le tendenze del mercato e di identificarne i punti di svolta. Ciò avviene attraverso l’uso di tecniche di analisi diverse, alcune basate sulla matematica e altre prive di ogni fondamento scientifico, ma non per questo meno rilevanti.
L’analisi tecnica fornisce previsioni sul prezzo dei titoli e dà segnali utilizzabili per l’attività di trading sulla base dei movimenti passati dei prezzi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “La natura umana è più o meno costante e reagisce a situazioni simili in modo generalmente uniforme. Attraverso lo studio di precedenti punti di svolta del mercato è possibile evidenziare alcune caratteristiche che servono ad individuare i principali massimi e minimi. L’analisi tecnica si basa sull’assunto che la gente continuerà a commettere gli stessi errori del passato. I rapporti umani sono estremamente complessi e non si ripetono mai nelle stesse combinazioni. Il mercato azionario, che è uno specchio dell’agire umano, non ripercorre mai un andamento in modo esattamente identico; ma il ripresentarsi di caratteristiche simili è sufficiente a permettere all’esperto di individuare i momenti critici principali”. Così venne sinteticamente definita l’analisi tecnica da M. Pring. L’analisi tecnica è uno strumento utilizzato dagli operatori borsistici per cercare di prevedere l’andamento del corso dei titoli trattati. Volendo fare una distinzione tra i metodi di previsione si possono individuare: ξ il metodo qualitativo, utilizzato nei casi in cui non ci sono dati storici. ξ il metodo quantitativo, sfruttato in presenza di serie storiche di dati osservati. Poiché il presupposto fondamentale dell’analisi tecnica è la previsione dei prezzi studiando l’andamento dei corsi assunti dai titoli, in generale si utilizza il metodo quantitativo. I dati di una serie storica, infatti sotto il profilo temporale, si scompongono in diverse tendenze, che variano sempre allo stesso modo. La scomposizione più seguita è quella che individua nella serie storica tre tendenze principali: 1. PRIMARIA: la durata è solitamente di uno o due anni; infatti statisticamente si è provato che la distanza tra due minimi successivi è circa 3,6 anni, con la durata del mercato ascendente ( bull market) superiore a quella del mercato discendente ( bear market). 2. INTERMEDIA: la durata varia da tre settimane a sei mesi. La conoscenza della tendenza intermedia è utili per incrementare i profitti se si opera a breve termine. 3. A BREVE TERMINE: la durata varia da una a quattro settimane. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Roberta Trusnovec Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 662 click dal 19/02/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.