Skip to content

Le community online per la formazione: il caso Sspal (scuola superiore pubblica amministrazione locale)

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Maratea
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione sociale e istituzionale
  Relatore: Paolo Zocchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 244

Le tesi nascono da domande o interessi verso argomenti poco conosciuti, o di cui si conoscono solo gli aspetti emergenti. In questo caso il tema che si intende analizzare è piuttosto nuovo, soprattutto se riferito ad un ambiente come le pubbliche amministrazioni, spazi notoriamente considerati come culturalmente consolidati, che richiedono tempi di trasformazione lunghi e particolarmente lenti. Per utilizzare una metafora, ricordano i transatlantici che varcano gli oceani, che per cambiare traiettoria di pochi gradi, anche se la manovra risulta repentina, impiegano chilometri e chilometri, prima di assestarsi sulla nuova rotta.
La società che si prospetta, grazie (ma non solo) alle nuove tecnologie, dispone degli strumenti per accelerare quei cambiamenti che favoriscono l’attività umana, in tutti i contesti conosciuti.
Uno dei temi centrali del cambiamento della pubblica amministrazione è la formazione e la riqualificazione delle risorse umane per affrontare in maniera efficace l’evoluzione dei mercati. Non si tratta di creare semplici strumenti per I’addestramento, ma di costruire una leva per lo sviluppo e la promozione del personale con l’obiettivo di accrescere e valorizzare le competenze professionali attualmente presenti, aggiornandole costantemente.
L’opinione, purtroppo condivisa, da parte del collettivo sociale, sull’inefficienza del settore pubblico, legata a sprechi e ad aspetti burocratici che risultano ormai eccessivi ed obsoleti, deve essere ribaltata, alla luce della presenza di professionalità elevate negli enti pubblici. Il cambiamento di cultura da parte degli amministratori, in particolar modo locali, che hanno mutuato dal mondo aziendale alcune caratteristiche positive di management, sta migliorando, seppur lentamente, l’efficienza dell’intero sistema. La lentezza dei processi di cambiamento e di rinnovamento sta cedendo il passo a una capacità di risposta in tempi brevi al mutamento delle esigenze di mercato. La diffusione delle tecnologie informatiche e telematiche è un elemento strategico che ha consentito miglioramenti inizialmente applicati ai soli processi contabili e ai flussi documentali e organizzativi interni, ma in tempi recenti si stanno utilizzando anche per i servizi erogati ai cittadini. La fase di ammodernamento tecnologico è sostanzialmente terminata. Si può certamente affermare che ogni ufficio ha in dotazione almeno una postazione informatica collegata in rete. È quindi giunto il momento per la P.A. di concentrarsi sul maggior capitale a disposizione, che sono le risorse umane. In questo scenario l’e-learning si propone come metodologia dotata di alcuni vantaggi, ampiamente descritti nel lavoro, che si possono sommariamente riassumere in: flessibilità nello spazio e nel tempo per migliorare la gestione dell’apprendimento e la personalizzazione del percorso formativo. La formazione tradizionale è certamente insostituibile in quanto portatrice di rapporto umano diretto, con tutta l’efficacia della comunicazione verbale e della personalizzazione della docenza durante il momento uditorio.
Con l’e-learning si cerca di far leva su altri fattori come l’approfondimento verticale di un argomento, la correlazione con argomenti non direttamente connessi a quello principale, l’asincronicità rispetto al docente, I’autovalutazione e I’autoaggiornamento, che sono le potenzialità alla base della formazione continua, il “life long learning”.
Visto dal lato delle Pubbliche amministrazioni l’e-learning è sempre stato il “parente povero” dell’e-government, quello su cui si sono investiti meno soldi, meno risorse, meno aspettative. L’immaterialità che contraddistingue i corsi a distanza, in una società ancora poco digitale, suscita, infatti, molte insicurezze da parte dei referenti amministrativi che li percepiscono, spesso, con il timore di un investimento al buio. Il vero nodo della questione è, che l’e-learning è uno strumento complesso, di solito sottovalutato, affrontato con poca competenza o completamente demandato ad un fornitore esterno. La vera forza dell’e-learning, invece sta nel permettere di imparare facendo, di apprendere ciò che veramente serve.
L’intento del lavoro è quindi quello di analizzare le potenzialità dei social network, ovvero le community, in particolare le cosiddette comunità di pratica, per favorire la formazione lungo l’arco della vita.
In questo contesto, la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (Sspal), ha valutato queste potenzialità, favorite anche dal momento di cambiamento interno dovuto al riassetto strutturale a seguito della riforma prevista dal D.P.R. 27/2008. Contestualmente a questo cambiamento si è deciso di esplorare, attraverso un questionario somministrato ai segretari comunali e provinciali, la possibilità di inserire una community per la formazione permanente. Questa unità del lavoro è stata trattata nella seconda parte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8      Premessa    Le  tesi  nascono  da  domande  o  interessi  verso  argomenti  poco  conosciuti,  o  di  cui  si  conoscono  solo  gli  aspetti  emergenti.  In  questo  caso  il  tema  che  si  intende  analizzare  è  piuttosto  nuovo,  soprattutto  se  riferito  ad  un  ambiente  come  le  pubbliche  amministrazioni,  spazi  notoriamente  considerati  come  culturalmente  consolidati,  che  richiedono  tempi di  trasformazione  lunghi  e  particolarmente  lenti.  Per  utilizzare  una  metafora,  ricordano  i  transatlantici  che varcano gli oceani,  che per  cambiare  traiettoria  di  pochi  gradi,  anche  se  la manovra  risulta  repentina,  impiegano  chilometri  e  chilometri, prima di  assestarsi  sulla nuova  rotta.   La  società  che  si  prospetta,  grazie  (ma  non  solo)  alle  nuove  tecnologie,  dispone  degli  strumenti  per  accelerare  quei  cambiamenti  che  favoriscono  l’attività  umana,  in  tutti  i  contesti  conosciuti.   Uno  dei  temi  centrali  del  cambiamento  della  pubblica  amministrazione  è  la  formazione  e  la  riqualificazione  delle  risorse  umane per affrontare  in maniera efficace  l’evoluzione dei mercati.  Non si tratta di creare semplici strumenti per  I’addestramento, ma  di costruire una  leva per  lo sviluppo e  la promozione del personale  con  l’obiettivo  di  accrescere  e  valorizzare  le  competenze  professionali attualmente presenti, aggiornandole costantemente.  

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi