Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Moda e identità di genere. La nuova frontiera dell'abbigliamento maschile.

La mia tesi si propone di riposizionare la gonna come capo d'abbigliamento maschile tramite una comunicazione pubblicitaria a livello nazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La moda e l’abbigliamento sono sempre stati due argomenti che molti ricercatori di sociologia hanno studiato con l’intento di trovare il rapporto tra questi due concetti e la società, individuandoli in particolare come indicatori di status e di genere nella collettività. L’oggetto d’abbigliamento analizzato nella tesi è la gonna in quanto segno di distinzione femminile che cercherò di decontestualizzare da questo valore e riposizionare come capo d’abbigliamento maschile. Questo cambiamento del significato di genere della gonna che propongo prende spunto dalla rivoluzione nel campo dell’abbigliamento che vide protagonisti gli anni Cinquanta del XX secolo: le donne, infatti, durante le rivoluzioni femministe, cominciarono a portare i pantaloni, fino allora segno di distinzione maschile, stravolgendo una legge non scritta che vedeva i pantaloni come simbolo di potere maschile. La stessa cosa, ma in modalità completamente diversa, è la proposta di questa tesi: riposizionare la gonna come capo d’abbigliamento maschile attraverso una campagna pubblicitaria e una ridefinizione del significato della gonna interna al codice della moda. La prima parte diventa, quindi, un viaggio all’interno di concetti come mascolinità, femminilità e abbigliamento come campo di consumo e di come questi concetti si siano evoluti e siano entrati in relazione tra di loro. Il primo capitolo spiega come la mascolinità sia un concetto che nasce e cresce nella mente degli uomini nell’ambito della socializzazione primaria, nella relazione con i genitori, che inseriscono il bambino in un mondo fatto di virilità e onore, concetti che diventano più complessi man mano che l’infante diventa adulto, e come queste idee influenzino gli stili di vita e di consumo degli uomini. Il secondo capitolo, invece, si concentra sul mondo opposto, quello della femminilità e delle donne, e di come queste siano state, nei secoli,

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Giulia Cagliari Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2851 click dal 19/05/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.