Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi dell'organizzazione melodico-intonativa del parlato di bilingui italiano-tedesco

Questo elaborato trae origini da motivazioni molto personali: essendo cresciuta in un contesto bilingue volevo portare alla luce la complessità e, allo stesso tempo, la naturalezza con cui due lingue diverse diventano un insieme organico.
A tale scopo ho suddiviso la tesi in tre capitoli, che a prima vista sembrano essere piuttosto diversi fra loro, ma l’ultimo capitolo, quello principale, lega i primi due che sono di carattere propedeutico. Il primo capitolo introduce brevemente il fenomeno del bilinguismo, delineando poi le problematiche connesse ad esso. Il secondo è dedicato alla descrizione degli aspetti prosodici della lingua. In particolare, l’attenzione è rivolta all’approfondimento dei due più rilevanti tratti prosodici, ovvero il ritmo e l’intonazione. L’ultimo capitolo, invece, è un esperimento sugli usi melodici della voce basato sul parlato spontaneo di due soggetti bilingui italiano-tedesco, ai quali è stato chiesto di raccontare una breve storia nelle due lingue guardando il libro di sole figure Frog where are you? di Mayer – usato da numerosi studi sul bilinguismo e sulla neuropsicologia per l’elicitazione di produzioni linguistiche semi-spontanee sia di bambini che di adulti, al fine di ottenere informazioni in merito allo sviluppo del linguaggio attraverso la narrazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Questo contributo trae origine da motivazioni molto personali: sono figlia di emigrati italiani, nata e vissuta in Germania fino in et adulta, poi tornata in Italia per frequentare l universit . Ess endo cresciuta in un contesto bilingue, vorrei portare alla luce la complessit e, allo stesso tempo, la naturalezza con cui due lingue diverse diventano un insieme organico. Al giorno d oggi, i parlanti bilingui non sono una rarit assoluta nella nostra societ . Il bilinguismo Ł anzi un feno meno molto piø comune del monolinguismo, come attestano ormai molte ricerche e statistiche (cfr. p.es. Grosjean, 1982), che a loro volta considerano le lingue e i dialetti sullo stesso piano. Nella trattazione dell elaborato ci siamo soffermati sul legame tra bilinguismo e prosodia del parlato dei bilingui; recentemente quest ultima tematica ha suscitato notevole interesse sia in linguistica che in fonetica. Dei tre capitoli in cui si articola questo lavoro, il primo di carattere propedeutico introduce brevemente il fenomeno del bilinguismo, delineando poi le problematiche connesse ad esso. Scopriamo anche quali sono i vantaggi dell essere bilingue. Il secondo capitolo Ł dedicato alla descrizione degli aspetti prosodici della lingua. In particolare, l attenzione Ł rivolta all approfondimento del ritmo e dell intonazione. L ultimo capitolo, quello principale, Ł basato sul parlato spontaneo di due soggetti bilingui italiano-tedesco, ai quali Ł stato chiesto di raccontare una breve storia nelle due lingue guardando il libro di sole figure Frog where are you? di Mayer (1980). La Frog Story, usata da numerosi studi sul bilinguismo e sulla neuropsicologia per l elicitazione di produzioni linguistiche semi-spontanee sia di bambini che di adulti, consente di ottenere informazioni in merito allo sviluppo del linguaggio attraverso la narrazione.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Stefania Magro Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2571 click dal 27/02/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.