Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Software as a service: come e perché il business on-demand sta cambiando l'industria IT

Con questo lavoro di tesi mi sono proposto di indagare un fenomeno di mercato di recente comparsa che nasce all’interno del settore informatico per influenzare quello dell’Information Technology, e che possiede grandi potenzialità di innovazione, soprattutto in ottica futura. Questo fenomeno, che sarebbe più corretto definire come un nuovo paradigma tecnologico, e come un nuovo modello di distribuzione, si chiama software-as-a-service, o “software a servizio”, acronimo “SaaS”.
Il software a servizio comprende le applicazioni che possono essere usufruite dall’utente direttamente sul Web tramite il classico browser, che non richiedono nessuna installazione o infrastruttura hardware locale per poter funzionare, e che possono essere pagate “on-demand” (su richiesta) secondo canoni di abbonamento variabili.
Ho cercato di comprendere dove, come e perché il SaaS può rivoluzionare il modo di utilizzare le applicazioni informatiche soprattutto in ambito aziendale, ma anche nel contesto consumer, e come esso si colleghi ad altri concetti di nuovissima introduzione, come la SOA (Architettura informativa orientata ai servizi) e il cloud-computing (risorse di calcolo distribuite e fruibili via Internet).
A questo proposito ho raccolto, analizzato e strutturato un vasto insieme di informazioni, di provenienza soprattutto americana, con il fine di redarre una ricerca di mercato che fosse anche uno studio di fattibilità di questo modello.
Con un’ampia ricerca desk ho utilizzato e amalgamato diverse fonti statistiche, integrandole con una mia personale ricerca qualitativa basata su interviste dirette ad operatori del settore, e su questionari somministrati via posta elettronica ad aziende produttrici

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Credo sia importante, prima di tutto, dare qui una panoramica di come questo lavoro di tesi specialistica sia stato svolto, in quali tempi e tramite quali canali, ancor prima di introdurre all’argomento vero e proprio che ne è alla base. Sono venuto a conoscenza del software a servizio durante il corso di “Organizzazione e gestione della comunicazione interattiva”, tenuto dal mio relatore, il prof.Stefano Epifani e subito aveva catturato il mio interesse. Malgrado fossi inconsciamente già un utilizzatore di questo tipo di applicazioni informatiche, come tante altre persone, le lezioni mi hanno permesso di acquisire consapevolezza rispetto al suo grosso potenziale. Da quel momento ho deciso di approfondire il tema nel contesto della mia tesi e questo ha richiesto quasi un anno di lavoro. Per poter comprendere appieno il fenomeno del SaaS (Software-as-a-Service) ho dovuto infatti affrontare concetti legati all’informatica e all’ingegneria del software, pur senza scendere nei minimi particolari dato che la tesi si pone come una ricerca di mercato globale su queste nuove tecnologie, e non vuole descrivere approfonditamente i particolari tecnici. Il mio scopo è stato quello di studiare come questo nuovo modello di distribuzione del software possa effettivamente rivoluzionare il modo di venderlo e utilizzarlo da parte delle aziende, quali benefici porti, e come possa attecchire anche nel mercato IT (Information Technology) italiano. Per questo ho esplorato a fondo il Web alla ricerca di materiale utile, e ho raccolto diverse ricerche di mercato e fonti americane. In USA, infatti, il SaaS è realtà già da diversi anni, mentre in Italia solo adesso sta iniziando a muovere i primi passi. Ho dovuto quindi studiare l’argomento soprattutto in lingua inglese. Oltre allo studio bibliografico la tesi ha richiesto degli interventi personali di indagine. Inizialmente mi ero proposto un’indagine statistica quantitativa ma poi, riscontrando il basso numero di casi che potevo approfondire (il SaaS è ancora agli inizi), ho condotto una ricerca qualitativa in profondità che integra i diversi aspetti del lavoro e che si è basata su questionari a domande aperte somministrati personalmente, oppure via posta elettronica. Ho redatto la maggior parte di questi questionari in lingua italiana, mentre quelli destinati agli USA sono stati fatti in lingua inglese. Con questa tesi ho voluto effettuare una vasta ricerca desk che potesse strutturare diverse e disparate fonti secondo dei criteri di analisi (economici, di marketing, finanziari, aspetti

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Interfacoltà Scienze della Comunicazione d'Impresa - Scienze Statistiche

Autore: Riccardo Malesani Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3194 click dal 05/03/2009.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.