Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione integrata qualità ambiente e sicurezza in un impianto di incenerimento di rifiuti

La complessità impiantistica e gestionale di un inceneritore di rifiuti con recupero energetico richiede l’adozione di un sistema di gestione integrato, al fine di garantire il rispetto delle normative in campo ambientale e di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, oltre che la qualità di prodotti e servizi offerti ai clienti, ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati in un’ottica di miglioramento continuo.
Le norme tecniche internazionali ad adesione volontaria e di carattere privatistico ISO 9001, ISO 14001 ed OHSAS 18001 forniscono schemi di riferimento per l’implementazione di sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente e la sicurezza stabilendo i requisiti per una corretta attuazione degli stessi, ponendo in particolare l’attenzione su elementi quali politica, pianificazione, responsabilità, procedure, processi, risorse, verifica e revisione.
Il Regolamento CE 761/2001 definisce un sistema comunitario di ecogestione e audit denominato EMAS al quale può aderire volontariamente qualsiasi organizzazione che intenda valutare e migliorare le sue prestazioni ambientali e comunicarle al pubblico attraverso una dichiarazione ambientale.
La società Fenice S.p.A. è proprietaria di un impianto di termodistruzione di rifiuti urbani ed industriali localizzato nell’area industriale di Melfi, il quale ha ottenuto la certificazione secondo gli standard internazionali del proprio sistema di gestione integrato da parte di ente terzo accreditato. Per lo stesso sito è prevista la registrazione EMAS.
Presso l’inceneritore di Melfi è stata svolta un’attività che ha avuto come obiettivi l’elaborazione di nuove istruzioni operative da inserire nel sistema di gestione integrato aziendale, nell’ambito di un progetto di semplificazione dello stesso, la verifica e l’aggiornamento di parte della documentazione relativa alla sicurezza, l’analisi secondo norma del rischio industriale legato all’uso di sostanze e preparati pericolosi, verifiche di conformità legislativa ambientale e di sicurezza e lo studio finalizzato alla redazione di un’analisi ambientale iniziale secondo il Regolamento comunitario EMAS.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La complessità impiantistica e gestionale di un inceneritore di rifiuti con recupero energetico richiede l’adozione di un sistema di gestione integrato, al fine di garantire il rispetto delle normative in campo ambientale e di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, oltre che la qualità di prodotti e servizi offerti ai clienti, ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati in un’ottica di miglioramento continuo. Le norme tecniche internazionali ad adesione volontaria e di carattere privatistico ISO 9001, ISO 14001 ed OHSAS 18001 forniscono schemi di riferimento per l’implementazione di sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente e la sicurezza stabilendo i requisiti per una corretta attuazione degli stessi, ponendo in particolare l’attenzione su elementi quali politica, pianificazione, responsabilità, procedure, processi, risorse, verifica e revisione. Il Regolamento CE 761/2001 definisce un sistema comunitario di ecogestione e audit denominato EMAS al quale può aderire volontariamente qualsiasi organizzazione che intenda valutare e migliorare le sue prestazioni ambientali e comunicarle al pubblico attraverso una dichiarazione ambientale. La società Fenice S.p.A. è proprietaria di un impianto di termodistruzione di rifiuti urbani ed industriali localizzato nell’area industriale di Melfi, il quale ha ottenuto la certificazione secondo gli standard internazionali del proprio sistema di gestione integrato da parte di ente terzo accreditato. Per lo stesso sito è prevista la registrazione EMAS. Presso l’inceneritore di Melfi è stata svolta un’attività che ha avuto come obiettivi l’elaborazione di nuove istruzioni operative da inserire nel sistema di gestione integrato aziendale, nell’ambito di un progetto di semplificazione dello stesso, la verifica e l’aggiornamento di parte della documentazione relativa alla sicurezza, l’analisi secondo norma del rischio industriale legato all’uso di sostanze e preparati pericolosi, verifiche di conformità legislativa ambientale e di sicurezza e lo studio finalizzato alla redazione di un’analisi ambientale iniziale secondo il Regolamento comunitario EMAS.

Tesi di Master

Autore: Alessio Santacroce Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2761 click dal 06/03/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.