Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing e comunicazione turistica. Il caso Cefalù.

La conoscenza delle discipline e delle tecniche di marketing, promozione e comunicazione permettono di individuare i problemi specifici dell'economia cefaludese mostrandone i punti deboli e le aree in cui sarebbe utile intervenire per risanare il territorio. La convinzione che l'adeguata analisi delle variabili di mercato del turismo e l'applicazione delle suddette tecniche di marketing, promozione e comunicazione, insieme all'attenzione per la salubrità del territorio e del rispetto dei diritti dei lavoratori possono portare a un rinnovato sviluppo del turismo cefaludese. Sviluppo che dovrebbe passare per l'investimento economico e la promozione del turismo culturale, che, a mio avviso, permetterebbe la destagionalizzazione dei flussi nonché un miglioramento della qualità della vita di chi a Cefalù vive e lavora.
Obiettivo della presente ricerca è la delineazione e dimostrazione dell'ipotesi che gli strumenti del marketing e della promozione possono permettere un rinnovato sviluppo del turismo cefaludese. In questo lavoro analizzeremo, dunque, gli elementi che, se gestiti in un'ottica di marketing, ma con una visione ampia e rivolta al futuro, possono condurre una località turistica sofferente e stanca verso nuovi orizzonti di mercato e nuove prospettive economiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Cefalù è una città a vocazione prevalentemente turistica. Questo vuol dire che né industrie manifatturiere, né altri settori produttivi possono apportare una quantità di lavoro e capitali tale da soddisfare il fabbisogno della popolazione. Il turismo, invece, può essere un'industria, per così dire, pulita: basata sul commercio di beni e servizi potrebbe donare alla cittadinanza uno stile di vita medio-alto senza di contro depauperare il territorio. Questa non è però la realtà attuale cefaludese. Dopo anni in cui Cefalù ha fatto parte dell'Olimpo delle destinazioni turistiche, e gli anni successivi in cui l'economia locale ha comunque goduto dei benefici del passato, si è ormai arrivati a una situazione di stallo che si protrae dalla metà degli anni '90 del secolo scorso, e che ha consegnato la città al turismo di massa. Le amministrazioni che si sono succedute nel tempo non hanno saputo investire nella promozione e nella pianificazione turistica e si ritrovano oggi a gestire una popolazione sempre più scontenta, stretta fra l'abuso del lavoro nero, la cattiva gestione dei flussi turistici e lo sfruttamento incontrollato del territorio, un abusivismo edilizio dilagante dopo trent'anni di mancato rinnovo del piano regolatore. Infine, anche a causa della pressione di gruppi di potere interessati più al guadagno immediato che al benessere generale, i quali agiscono nel proprio esclusivo interesse. La conoscenza delle discipline e delle tecniche di marketing, promozione e comunicazione permettono di individuare i problemi specifici dell'economia cefaludese mostrandone i punti deboli e le aree in cui sarebbe utile intervenire per risanare il territorio. La convinzione che l'adeguata analisi delle variabili di mercato del turismo e l'applicazione delle suddette tecniche di marketing, promozione e comunicazione, insieme all'attenzione per la salubrità del territorio e del rispetto dei diritti dei lavoratori possono portare a un rinnovato sviluppo del turismo cefaludese. Sviluppo che dovrebbe passare per l'investimento economico e la promozione del turismo culturale, che, a mio avviso, permetterebbe la destagionalizzazione dei flussi nonché un miglioramento della qualità della vita di chi a Cefalù vive e lavora. Obiettivo della presente ricerca è la delineazione e dimostrazione dell'ipotesi che gli strumenti del marketing e della promozione possono permettere un rinnovato sviluppo del

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Delia Maccarrone Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3674 click dal 05/03/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.