Skip to content

L'evoluzione nel segno civilistico e fiscale delle operazioni straordinarie all'interno dello spazio economico europeo

Informazioni tesi

  Autore: Omar Omenetto
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Marco Piazza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

Un passo avanti è quello che l'unione Europea ha voluto compiere semplificando e facilitando le fusioni transfrontaliere per mezzo della decima direttiva societaria, le concentrazioni di imprese possono dare competitività e vantaggi che vanno anche oltre il lato strettamente economico, in altre parole è un passo avanti che consentirà alle aziende di raggiungere economie di scala, di integrare produzioni di beni e servizi in diversi paesi sfruttando le diversità di risorse, anche umane, esistenti, a beneficio dello sviluppo sociale ed economico dell'unione europea stessa.
Per mezzo delle riorganizzazioni della sorta che stiamo considerando gli imprenditori nazionali hanno a disposizione un novero maggiore di partner con i quali integrarsi e far fronte alla competitività sempre più globale che caratterizza il contesto economico attuale, tutto ciò a beneficio del libero mercato e della concorrenza che sempre più universalmente vengono considerati gli stipidi dello sviluppo della collettività.
A dispetto del potenziale di sviluppo di cui le operazioni in parola sono foriere, la loro diffusione ha incontrato fortune alterne in quanto dai diversi ordinamenti nazionali affioravano ostacoli diversi, riconducibili tuttavia due specie: problematiche di natura civilistica e problematiche di natura invece fiscale; per questo motivo il presente elaborato si divide in due ambiti civilistico e fiscale così da poter esporre il più compiutamente possibile ma senza pretese di esaustività il fenomeno oggetto della trattazione.
L’analisi che condurremo muoverà dai principi fondamentali contenuti nei Trattati istitutivi della Comunità e dell’Unione europea che come vedremo consentono di ovviare ai diversi impedimenti forniti a livello nazionale dai singoli paesi dell’Unione, tali principi sono il diritto di stabilimento ed il diritto alla libera prestazione di servizi entrambi portanti nel diritto europeo interamente considerato.
Con questo elaborato si vuole offrire un quadro il più possibile completo delle problematiche legate all’implementazione di operazioni straordinarie transfrontaliere, ma soprattutto si vuole rappresentare la tendenza legislativa (civile e fiscale) comunitaria che è senz’altro fautrice delle concentrazioni intra-comunitarie, così da poter dare un apporto, senz’altro modestissimo, alla diffusione sul piano dottrinale di tali operazioni che contribuiscono in concreto al consolidamento del mercato unico europeo quale mezzo di sviluppo economico e sociale della Comunità.
Omar Omenetto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Un passo avanti è quello che l'unione Europea ha voluto compiere semplificando e facilitando le fusioni transfrontaliere per mezzo della decima direttiva societaria, le concentrazioni di imprese possono dare competitività e vantaggi che vanno anche oltre il lato strettamente economico, in altre parole è un passo avanti che consentirà alle aziende di raggiungere economie di scala, di integrare produzioni di beni e servizi in diversi paesi sfruttando le diversità di risorse, anche umane, esistenti, a beneficio dello sviluppo sociale ed economico dell'unione europea stessa. Per mezzo delle riorganizzazioni della sorta che stiamo considerando gli imprenditori nazionali hanno a disposizione un novero maggiore di partner con i quali integrarsi e far fronte alla competitività sempre più globale che caratterizza il contesto economico attuale, tutto ciò a beneficio del libero mercato e della concorrenza che sempre più universalmente vengono considerati gli stipidi dello sviluppo della collettività. A dispetto del potenziale di sviluppo di cui le operazioni in parola sono foriere, la loro diffusione ha incontrato fortune alterne in quanto dai diversi ordinamenti nazionali affioravano ostacoli diversi, riconducibili tuttavia due specie: problematiche di natura civilistica e problematiche di natura invece fiscale; per questo motivo il presente elaborato si divide in due ambiti civilistico e fiscale così da poter esporre il più compiutamente possibile ma senza pretese di esaustività il fenomeno oggetto della trattazione. L’analisi che condurremo muoverà dai principi fondamentali contenuti nei Trattati istitutivi della Comunità e dell’Unione europea che come vedremo consentono di ovviare ai diversi impedimenti forniti a livello nazionale dai singoli paesi dell’Unione, tali principi sono il diritto di stabilimento ed il diritto alla libera prestazione di servizi entrambi portanti nel diritto europeo interamente considerato. Successivamente ci preoccuperemo di definire meglio il fenomeno di “Fusione societaria” secondo quanto stabiliscono le direttive comunitarie e secondo quanto la dottrina economica ha negli anni prodotto sul tema, verrà di seguito analizzata la fusione transfrontaliera vera e propria e verrano osservati con un certo grado di dettaglio gl’impedimenti che i diversi stati opponevano a queste operazioni straordinarie avendo cura di mostrare le contrastanti tendenze legislative che hanno caratterizzato le norme dei diversi ordinamenti nazionali nel tempo (Real site doctrine e la Incorporation doctrine). Solo a questo punto arriveremo ad esporre il contenuto e non solo della decima direttiva societaria la quale fa da spartiacque sul piano civilistico sul tema delle fusioni transfrontaliere, l’analisi che proporremo non trascurerà le radici storiche della direttiva e particolare cura verrà data alle diverse

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

2005/56/ce
acquisition
certificato di fusione
conferente
conferimenti
conferitaria
cross-border
decima direttiva
direttiva comunitaria
diritto di stabilimento
disavanzo di fusione
fiscale
fusione
fusioni
merger
neutralità
operazioni straordinarie
plusvalori
riorganizzazioni
scissioni
società
transfrontaliere
trasposizione
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi