Skip to content

Lo yield management nelle imprese alberghiere

Informazioni tesi

  Autore: Luca Palella
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Economia
  Corso: economia e gestione dei servizi turistici
  Relatore: Andrea Bellucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

Malgrado il Nostro Paese si presenta ricco di opere storiche, musei, abbazie, chiese, clima mite (caratteristiche che dovrebbero facilitare il turismo), il settore turistico e quello alberghiero soffrono tutt’oggi di una sottovalutazione sia dal punto di vista gestionale che da quello legislativo. Non vi è infatti, aldilà di alcune realtà di importazione anglo-americana ed estere in genere, una vera e propria scientificità e pianificazione nella conduzione delle strutture turistico-ricettive.
Il settore alberghiero è un settore molto particolare; tanto avvincente quanto complesso. Esso presenta i suoi punti critici ed i suoi punti di forza che sono differenti da qualsiasi altro settore, sia esso di beni che di servizi.
Talvolta talune strutture ricettive di proprietà sono rette e condotte da proprietari-direttori provenienti da settori differenti che, con il solo intento di reinvestire utili realizzati altrove, si inventano professionisti alberghieri. Costoro, senza studiare plus e minus e senza conoscere i punti critici e quelli di forza, conducono gli hotel in modo poco stabile, inflazionando l’hotellerie in generale e creando concorrenza non positiva bensì deleteria.
E’ a tale proposito, che si richiede una preparazione sempre aggiornata del personale che opera in questo settore.
Nonostante le scuole alberghiere forniscano una preparazione generale del settore turistico e dirigano gli studenti verso l’ambiente lavorativo, questi ultimi per farsi strada necessitano di continue e nuove conoscenze relative al settore. Com’è noto, infatti il settore turistico è in continua evoluzione e sono innumerevoli gli aggiornamenti che si propongono nell’arco di un anno.
Vengono in aiuto in questo modo le scuole di formazione, i master e tutte le altre occasioni formative che possono portare una ventata di ossigeno ed un certo “up-date” dei modelli di gestione e delle leve strategiche.
All’interno di queste leve si snoda la branca dello Yield & Revenue Management, una tecnica che richiede uno studio approfondito, non solo dei segmenti di mercato, ma anche dell’ambiente esterno e di qualsiasi altra componente che
potrebbe interagire con il nostro modo di “fare turismo”. Una tecnica che, se applicata in modo scrupoloso e corretto, riesce a garantire il massimo profitto anche nei cosiddetti “periodi morti” dell’anno.
Nella società odierna, caratterizzata pesantemente dalla crisi economica che stiamo affrontando, risulta indispensabile avere un’ottima conoscenza del settore, ed in particolar modo porre attenzione sulle tecnologie che possono aiutarci a superare tale crisi.
A tale proposito nasce la mia idea di redigere una tesi sullo Yield management, una tecnica che in tempi come i nostri risulta indispensabile. Lo Yield management è generalmente usato nelle imprese che presentano una larga prevalenza di costi fissi in cui l’ottimizzazione del profitto consiste essenzialmente nella massimizzazione dei ricavi di vendita. L’esiguità dei costi marginali lascia all’impresa una grande libertà della determinazione dei prezzi di vendita. Nella fissazione dei prezzi ai clienti l’impresa applicherà largamente il principio della discriminazione (prezzi diversi per beni/servizi uguali), cercando di farla passare per differenzazione (prezzi diversi per beni/servizi diversi.
Le strategie di Yield management sono svariate e possono essere applicate diversamente in funzione dei periodi, del settore, del mercato e delle diverse circostanze in cui un’impresa si trova ad operare. In generale, il sistema di Yield management si basa sulla gestione giornaliera della combinazione “tasso di occupazione-ricavo unitario”, favorendo la prima variabile nei giorni di bassa domanda e agevolando la seconda nei giorni di alta domanda.
Nella stesura del mio elaborato esaminerò in dettaglio tale tecnica, partendo dal suo excursus storico sino ad arrivare all’applicazione nelle strutture ricettive alberghiere. Dedicherò l’ultimo capitolo della mia tesi ad un’indagine statistica effettuata in maniera tale da effettuare una segmentazione dei clienti in un’ottica di Yield management utilizzando prevalentemente le seguenti variabili: la motivazione del viaggio, le condizioni di uso e la conoscenza che i clienti vogliono soddisfare e dei benefici che essi ricercano nel servizio offerto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Prefazione ed introduzione Malgrado il Nostro Paese si presenta ricco di opere storiche, musei, abbazie, chiese, clima mite (caratteristiche che dovrebbero facilitare il turismo), il settore turistico e quello alberghiero soffrono tutt’oggi di una sottovalutazione sia dal punto di vista gestionale che da quello legislativo. Non vi è infatti, aldilà di alcune realtà di importazione anglo-americana ed estere in genere, una vera e propria scientificità e pianificazione nella conduzione delle strutture turistico-ricettive. Il settore alberghiero è un settore molto particolare; tanto avvincente quanto complesso. Esso presenta i suoi punti critici ed i suoi punti di forza che sono differenti da qualsiasi altro settore, sia esso di beni che di servizi. Talvolta talune strutture ricettive di proprietà sono rette e condotte da proprietari-direttori provenienti da settori differenti che, con il solo intento di reinvestire utili realizzati altrove, si inventano professionisti alberghieri. Costoro, senza studiare plus e minus e senza conoscere i punti critici e quelli di forza, conducono gli hotel in modo poco stabile, inflazionando l’hotellerie in generale e creando concorrenza non positiva bensì deleteria. E’ a tale proposito, che si richiede una preparazione sempre aggiornata del personale che opera in questo settore. Nonostante le scuole alberghiere forniscano una preparazione generale del settore turistico e dirigano gli studenti verso l’ambiente lavorativo, questi ultimi per farsi strada necessitano di continue e nuove conoscenze relative al settore. Com’è noto, infatti il settore turistico è in continua evoluzione e sono innumerevoli gli aggiornamenti che si propongono nell’arco di un anno. Vengono in aiuto in questo modo le scuole di formazione, i master e tutte le altre occasioni formative che possono portare una ventata di ossigeno ed un certo “up-date” dei modelli di gestione e delle leve strategiche. All’interno di queste leve si snoda la branca dello Yield & Revenue Management, una tecnica che richiede uno studio approfondito, non solo dei segmenti di mercato, ma anche dell’ambiente esterno e di qualsiasi altra componente che

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alberghi
costpar
economia del turismo
indici notevoli
overbooking
revenue management
revpar
yield management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi