Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'infermiere in ospedale psichiatrico giudiziario

L'ospedale Psichiatrico Giudiziario rappresenta un segmento del percorso terapeutico che il malato di mente sottoposto a misura di sicurezza di carattere penale, deve realizzare.
Esso racchiude in sè allo stesso tempo caratteristiche carcerarie e curative. Pertanto la valenza di tale istituzione deve essere terapeutica e riabilitativa.
In relazione a tali obbiettivi il ruolo infermeristico trova la possibilitàdi un miglior adempimento del " campo proprio di responsabilità" visto il codice deontologico, secondo il quale la sua funzione assistenziale è affiancata anche da una funzione educativa , relazionale e riabilitativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Alla base della scelta di trattare il tema dell’infermiere nella gestione della cura del malato di mente autore di reato, vi è stata l’esperienza di tirocinio che ho svolto nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario a Montelupo Fiorentino. E’ stata estremamente ricca di stimoli, complessa e anche affascinante, in quanto mi ha consentito di prendere atto di persona e respirare il clima, di un ambiente che racchiude in sé caratteristiche carcerarie e curative e allo stesso tempo, di riflettere in merito alle problematiche infermieristiche. L’OPG di Montelupo Fiorentino ha avviato specifici progetti volti a modernizzare le strutture, ha organizzato interventi riabilitativi, finalizzati a facilitare i rapporti con il mondo esterno, e in generale a migliorare la qualità della vita degli internati. In relazione a tali obiettivi, nella pratica infermieristica il ruolo dell’infermiere, trova la possibilità di un miglior adempimento del “campo proprio di responsabilità”; secondo il quale egli riveste oltre alla funzione assistenziale anche una funzione educativa, trovandosi in una struttura custodialistica sanitaria, ma che sta affiancando alla vocazione psichiatrica, un intervento prettamente riabilitativo, più adatto ai pazienti, la cui permanenza dura anni. Suddividendo il lavoro in capitoli, ho cercato di affrontare il tema della storia e della riforma psichiatrica in Italia, sotto diversi profili: da quello culturale a quello giuridico. Di seguito ho descritto le

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Carla Scibilia Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4369 click dal 24/03/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.