Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Segreto bancario e tutela della privacy (alla luce delle nuove disposizioni in tema di tutela dei dati personali e del patrimonio economico-finanziario dei privati e delle imprese)

Questa tesi analizza l segreto bancario e la tutela dei dati personali alla luce nelle nuove disposizioni in tema di tutela della privacy e del patrimonio economico finanziario

Mostra/Nascondi contenuto.
Pag. 5 di 88 Capitolo Primo: IL PROBLEMA DEL FONDAMENTO GIURIDICO DEL SEGRETO BANCARIO. 1.1 LA RICERCA DELLA CONFIGURAZIONE GIURIDICA DEL SEGRETO BANCARIO. Non può non riconoscersi come il segreto bancario costituisca senza dubbio una formula che riscuote grande successo sia in termini di diffusione che in termini di ricorrenza anche nel linguaggio dei nostri giorni: economisti, politici, studiosi, addetti ai lavori vi fanno sovente riferimento, pur esprimendo posizioni contrarie in ordine alla stessa definizione ed al fondamento. E’ la stessa dinamica dei rapporti economici e l’attuale assetto del regime creditizio, che ha registrato nel tempo un crescente sviluppo della attività bancaria in conseguenza dell’accentuata mobilita’ della ricchezza, ad enfatizzare ancora di più l’aspetto connesso alla natura ed alla tutela delle relazioni che intercorrono tra le stesse banche, fulcro e luogo di “transito” dei flussi finanziari, e i suoi utenti. Il segreto bancario rappresenta un degli istituti del nostro ordinamento sul quale si accentua maggiormente da sempre l’attenzione da parte non soltanto degli esperti e degli operatori del settore ma, per ragioni diverse, anche

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Silvio Dauria Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4297 click dal 06/03/2009.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.