Skip to content

Sitcom: la commedia è di serie. Meccanismi del genere situation comedy attraverso cinquant’anni di televisione americana.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Renzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Michele Sorice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 92

Questo saggio dal titolo esplicativo "Sitcom: la commedia è di serie" e dall’ancor più esauriente sottotitolo "Meccanismi del genere situation comedy attraverso cinquant’anni di televisione americana", si propone di analizzare il testo sitcom articolando il discorso principalmente attraverso coordinate formali e storiografiche, senza però eludere o elidere componenti fondamentali quali le dinamiche economico-produttive o l’aspetto psico-sociale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La “Commedia Umana”, perché è tutto qui che inizia, anche questa introduzione. Fatta di lettere e di parole che si rincorrono alla ricerca di un senso compiuto, trovandolo, nelle parole di Honoré de Balzac: “Parigi, inferno che un giorno avrà forse il suo Dante…” Profetiche parole colte nel 1835; è una Parigi in piena evoluzione e fermento sociale, in attesa di deflagrare, mezzo secolo più tardi, sotto i colpi esplosivi inferti da eventi destabilizzanti quali l’ Esposizione Universale ed il passaggio del repertorio iconografico dalla pittura alla fotografia, prima, ed al cinema, poi. E’ una Parigi che aspira a diventare metropoli, quella di Balzac, mutuandone, anzi, generandone, l’angoscia tipica che si riverserà nell’opera di Baudelaire e Rimbaud. Balzac è immerso nel tessuto pulsante del suo tempo, un ribollire magmatico di contraddizioni di cui registra ogni sussulto, ogni movimento, ogni vagito della prossima società moderna. Ne viviseziona vizi e passioni, spietato con la sua penna, corrosivo come quel fiorentino nato seicento anni prima. Ma questo non è un saggio su Honoré de Balzac e, nel caso pensaste di aver sbagliato pagina o addirittura libro, avete la mia certezza: questo non è un saggio su Honoré de Balzac. Non occorre sbiriciare il titolo (che è per definizione poco esaustivo), per avere un’idea di cosa sia la “Commedia” (quella con la “C” maiuscola all’inizio, proprio come un’introduzione), perché comincia tutto da qui, da Dante e da Cervantes, da Plauto e da Terenzio, da Shakespeare e Goldoni fino al genio di Chaplin, tutti nomi che balbettano nella mente di chi non ha memoria, di chi pensa che un lavoro incentrato sui meccanismi della situation comedy all’interno di quel contenitore chiamato “televisione americana” (e, di riflesso, occidentale) debba iniziare dal 1950, minuto più minuto meno. Quindi, a ben vedere, non avete sbagliato né pagina né tantomeno libro, a meno che non siate stati talmente affascinati da Balzac da voler immediatamente cambiare argomento. In questo caso non posso aiutarvi, non oggi almeno, non è il mio lavoro. Il mio lavoro è quello di illustrare (o meglio, introdurre) come, nello spirito della “Commedia Umana”, cento anni dopo quello stesso elemento dissacratore si riverserà specularmente, armato d’ironia ed umorismo, nella società americana degli anni cinquanta mutando sia il contesto, appunto, che il testo, non più letterario ma audiovisivo. Ciniche visioni che delineano il ritratto di una società attraverso il genere situation comedy, genere principe della televisione americana, metafora storica ed iconoclasta di una società che, allora come oggi, vede riflessa se stessa sulla superficie catodica dello schermo televisivo. Sarà una ricostruzione diacronica che seguirà il filo conduttore del tempo, un viaggio che scandaglierà questa nuova “letteratura seriale”, il cui carattere rituale e ripetitivo scandisce la vita di milioni di americani (e non solo) da più di cinquant’anni. Percorreremo i sentieri del genere dalle prime “proto- situation comedy” come i “Goldbergs” mutuate dalla radio (l’esodo dei contenuti che dalla radio investe la televisione alla fine degli anni quaranta); smonteremo e rimonteremo i meccanismi e le grammatiche proprie di questa commedia ad orologeria o clockwork comedy pronta ad esplodere sistematicamente in una risata collettiva che coinvolge un’intera società che si spia compiaciuta, criticata, scossa ed idealizzata, da quella serratura catodica che noi chiamiamo televisione. Percepiremo costantemente un brusio di sottofondo, un vecchio disco che girerà sempre più velocemente e che diventerà un jazz d’atmosfera, costituito da quel sostrato di cultura stratificatasi negli anni e di cui le masse hanno fruito soprattutto nell’ultimo secolo. Stampa,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comedy
commedia
seriale
sit-com
sitcom
situation
storia
televisione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi