Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dimensioni psicologiche del tifo calcistico; una ricerca sul Commando Neuropatico di San Cataldo

La tesi indaga le dimensioni psicologiche sottese al fenomeno del tifo calcistico definito "ultras" a partire da una indagine storica ed antropologica del fenomeno per giungere ad un'accurata analisi delle dimensioni psicologihc eche determinano e guidano il fenomeno.
La tesi si avvale inoltre di una ricerca sperimenatale condotta su di un campione di tifosi "ultras" della provincia di Caltanissetta, San Cataldo, facenti parti del gruppo ultras "commando neuropatico". Con l'utilizzo di un questionario d'indagine è stato possibile stilare un profilo del tifoso ultras ed uno di quello "moderato", il tutto rapportato in funzione del contesto in cui gli stessi sono stati individuati.
All'interno della tesi anche una intervista ai responsabili della "squadra tifoserie" della digos di Caltanissetta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Prefazione Sfogliando tra le pagine di un qualsivoglia quotidiano, noteremo senza difficoltà quanto, e che tipo di spazio sia dedicato agli avvenimenti sportivi; il quotidiano l’Avvenire contribuisce a dare visibilità al “declino dei riti religiosi” a favore dell’avvento di quelli laici, dedicando ampie pagine al campionato domenicale. Mai come in questo tempo, il calcio, e tutto ciò che vi ruota attorno, avevano monopolizzato tanto il senso comune, non si tratta più di un semplice evento sportivo, ma di un fatto sociale, costruito ad hoc dai media. Il mio vuole essere uno sguardo sulla semiologia di un comportamento, quello del tifo calcistico, per trovare il centro focale di comprensione di un rito, di una formazione sociale, che nel momento storico che stiamo vivendo, cementifica e divide; attribuisce responsabilità e cerca misure che permettano il suo contenimento. Un articolo pubblicato da Umberto Galimberti, su Repubblica, riesce ad evidenziare la salienza del comune senso di pensare, di fronte ad episodi di violenza, che coinvolgono il mondo del calcio, siano essi di serie A o di serie minori. Si ha l'impressione che questa violenza che si scarica negli stadi, sia più indotta che fisiologica [...]; Il risultato è che ogni Domenica, in qualche città italiana, con una cadenza ormai rituale, i facinorosi da stadio provocano incidenti, guerriglie neppure tanto simulate, con i loro passamontagna calati […].

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Salvatore Torregrossa Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1913 click dal 10/03/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.