Skip to content

L'architettura monastica delle origini (VI-VIII secolo)

Informazioni tesi

  Autore: Giacomo Crippa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Paolo Piva
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 307

Nello sviluppo di questa tesi si è preferito adottare una metodologia di indagine che riparte dall'ascolto delle testimonianze, di qualunque natura esse siano, scegliendo un criterio di selezione che consiste nel privilegiare le situazioni caratterizzate dalla disponibilità di più testimonianze di natura differente in modo da poter estrarre dal loro ascolto una descrizione il più possibile equilibrata e coerente dell'insieme di un particolare monastero, in specie della sua topografia. Questo approccio metodologico è stato preferito a quello di creare dei modelli, degli schemi ideali in grado di giustificare il risultato finale, cioè la comparsa di una struttura architetturale dei monasteri compatta, raccolta intorno ad una corte porticata aperta: il chiostro. Nel corso della trattazione verrà discussa, fra l'altro, la validità di questi schemi a priori che venivano calati sulle scarse testimonianze disponibili, peraltro non sempre lette con il necessario rigore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1INTRODUZIONE La storia dell’architettura come storia? Il tema prescelto richiede una sia pur rapida introduzione metodologica di carattere generale, e non solo perché l’espressione “architettura monastica” si presta a una qualche ambiguità se uno studioso, e monaco, come Jean Leclercq avvertì la necessità di porsi la domanda “Y a-t-il une culture monastique?” 1 (anche molti anni dopo ci si è chiesti, per esempio, quale senso possa avere e come si debba intendere l’espressione “architettura monastica” 2). Inoltre ci si riferisce a un arco temporale che si dipana approssimativamen- te lungo i secoli che vanno dall’inizio del sesto alla metà dell’ottavo secolo, all’incirca il periodo nel quale prende forma il Medioevo latino-germanico, per usare una felice termi- nologia di Giovanni Tabacco 3; arco temporale che è caratterizzato da rade fonti e da an- cora più scarsi risultati di scavi archeologici, per di più entrambi spesso difficilmente leg- gibili al punto da rendere frequentemente ardua l’esegesi dei testi e ancor più una corretta interpretazione dei risultati archeologici. Se è difficile dubitare che l’espressione artistica sia, in ogni epoca, intimamente, anche se certamente non meccanicamente, legata alle vicende storiche, in quanto espressione e testimonianza dei modi di essere e di sentire di quel dato periodo, tuttavia questa constatazione acquista un sapore particolare se si considerano più da vicino le forme della produzione artistica medievale e specialmente di quella altomedievale. Si possono descrivere variamente quelli che appaiono essere i principali caratteri di questa produzione; uno di essi si sembra però imporsi con grande evidenza ed è stato condensato in un concetto espresso in modo pregnante da Georges Duby:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agiografia
archeologia monastica
architettura monastica
chiostro
gerusalemme celeste
jumieges
modelli
monasteri merovingi
montecassino
regole miste
san vincenzo al volturno
sannio tardoantico
storia del monachesimo
storiografia dell'architettura
topografia monastica
vivarium

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi