Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Polycentricity: il ruolo delle città nello sviluppo dell'Ue

La scelta di elaborare una tesi sul Policentrismo e sulle tematiche dello sviluppo del territorio in ambito comunitario è stata suggerita dalla crescente attenzione rivolta verso le politiche del territorio da parte delle istituzioni dell’UE, dei governi nazionali e del sistema economico comunitario, soprattutto a partire dagli anni ‘90, in quanto la scelta di un modello di sviluppo economico piuttosto che un altro può, oggi più che in passato, rappresentare il successo, la crescita, il benessere di un territorio anziché la sua povertà o il suo declino. L’attualità ed il forte interesse che il sistema policentrico ha suscitato, in quanto modello innovativo di sviluppo, ha costituito l’input per un percorso di analisi ed elaborazione del lavoro di tesi basato sostanzialmente su tre aspetti principali: il primo di tipo socio-economico, il secondo di tipo economico-territoriale ed il terzo di tipo territoriale-giuridico. In questo modo, anche gli ambiti di ricerca sono stati orientati in altrettante direzioni, pur cercando di mantenere sempre un unico filo conduttore in grado di sostenere un coerente approccio multidisciplinare all’elaborato.
Dall’obiettivo strategico di Lisbona del 2000 che negli ultimi anni ha indirizzato le politiche comunitarie (pervenire ad un’Unione Europea con “l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro ed una maggiore coesione sociale”) si è voluto approfondire il ruolo che dovrebbero assumere le città, le regioni e, più in generale, il territorio e i relativi sistemi di governance in tale processo, all’interno di una più globale ridefinizione dell’organizzazione territoriale del continente.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA La scelta di elaborare una tesi sul Policentrismo e sulle tematiche dello svi- luppo del territorio in ambito comunitario è stata suggerita dalla crescente at- tenzione rivolta verso le politiche del territorio da parte delle istituzioni dell’UE, dei governi nazionali e del sistema economico comunitario, soprattut- to a partire dagli anni ‘90, in quanto la scelta di un modello di sviluppo eco- nomico piuttosto che un altro può, oggi più che in passato, rappresentare il successo, la crescita, il benessere di un territorio anziché la sua povertà o il suo declino. L’attualità ed il forte interesse che il sistema policentrico ha suscitato, in quanto modello innovativo di sviluppo, ha costituito l’input per un percorso di analisi ed elaborazione del lavoro di tesi basato sostanzialmente su tre a- spetti principali: il primo di tipo socio-economico, il secondo di tipo economi- co-territoriale ed il terzo di tipo territoriale-giuridico. In questo modo, anche gli ambiti di ricerca sono stati orientati in altrettante direzioni, pur cercando di mantenere sempre un unico filo conduttore in grado di sostenere un coerente approccio multidisciplinare all’elaborato. Obiettivi del lavoro Grazie ad una fase di pre-analisi, condotta al fine di inquadrare l’argomento nella sua globalità è stato possibile costruire un ipotetico percorso evolutivo dell’elaborato ispirato dall’obiettivo strategico che negli ultimi anni ha indirizzato le politiche comunitarie: pervenire ad un’Unione Europea con “l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro ed una maggiore coesione sociale”. Partendo da questo obietti- vo si è voluto approfondire il ruolo che dovrebbero assumere le città, le regio- ni e, più in generale, il territorio e i relativi sistemi di governance in tale pro- cesso, all’interno di una più globale ridefinizione dell’organizzazione territo-

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Sergio Pennucci Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 634 click dal 19/03/2009.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.