Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Flos di Leonardo Pisano: edizione elettronica con note matematiche

La tesi consiste nell'illustrazione dei passaggi che mi hanno condotto alla realizzazione dell’edizione elettronica del Flos di Leonardo Pisano, detto Fibonacci.
Il Flos (il fiore) è un opuscolo contenente le soluzioni ai quesiti che il matematico della corte di Federico II, maestro Giovanni da Palermo, aveva posto a Fibonacci durante un loro incontro a Pisa, all’incirca nel 1225.
Il testo dell’opuscolo è oggi conservato in un unico manoscritto del XV secolo, archiviato presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, e catalogato come E75 P. Sup. (parte superiore).
Il primo capitolo della tesi fornisce una descrizione dettagliata del manoscritto e la ricostruzione della biografia dell’autore. Nel secondo capitolo sono illustrate le varie fasi del progetto con le note tecniche agli strumenti che utilizzati.
Nella parte finale sono descritte le scelte stilistiche per il layout del progetto, e il programma EVT (Edition Visualization Technology) un software per la presentazione dell’edizione digitale del manoscritto.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Ho scritto questa tesi per illustrare i passaggi che mi hanno condotto alla realizzazione dell’edizione elettronica del Flos di Leonardo Pisano, detto Fibonacci. Il Flos (il fiore) è un opuscolo contenente le soluzioni ai quesiti che il matematico della corte di Federico II, maestro Giovanni da Palermo, aveva posto a Fibonacci durante un loro incontro a Pisa, all’incirca nel 1225. Il testo dell’opuscolo è oggi conservato in un unico manoscritto del XV secolo, archiviato presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, e catalogato come E75 P. Sup. (parte superiore). Nel primo capitolo della tesi fornirò una descrizione dettagliata del manoscritto e la ricostruzione della biografia dell’autore. Passerò quindi nel secondo capitolo ad illustrare le varie fasi del progetto, introducendo, dove necessario, delle note tecniche agli strumenti che ho utilizzato. Infine, nella parte finale, descriverò le scelte stilistiche per il layout del progetto, e il programma EVT (Edition Visualization Technology) un software per la presentazione dell’edizione digitale del manoscritto. 4

Laurea liv.I

Facoltà: scienze matematiche fisiche e naturali

Autore: Alessandra Giammalva Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 922 click dal 19/03/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.