Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Popper e Dewey: una comune destinazione pragmatista?

Questo lavoro vuole mostrare analogie e differenze nel modo di intendere la scienza e in particolare la logica della e nella scienza in due dei più importanti filosofi del ventesimo secolo: John Dewey e Karl R. Popper.
Verranno analizzati, sullo sfondo delle problematiche più stimolanti della filosofia della scienza e della conoscenza, i contributi più importanti che i due autori ci offrono sul tema della logica.
Si individueranno, per prima cosa, due usi che ciascuno degli autori fa della parola Logica. Uno è la logica dell'asserzione e del ragionamento sulle asserzioni, l'altro è la logica del comportamento dello scienziato che in Dewey riveste un importante significato pedagogico e quindi teoretico. Una logica delle proposizioni scientifiche e una dell'attività (comportamento) scientifica.
Si dimostrerà come Dewey proponga importanti riforme al nostro modo di intendere sia il primo che il secondo significato mentre Popper si concentri sulla logica-comportamento dello scienziato e fondi un innovativo movimento epistemologico.
Si vedrà infine come i contributi di Thomas Kuhn avvicinino le idee di Popper ad un certo pragmatismo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questo lavoro vuole mostrare analogie e differenze nel modo di intendere la scienza e in particolare la logica della e nella scienza in due dei più importanti filosofi del ventesimo secolo: John Dewey e Karl R. Popper. Verranno analizzati, sullo sfondo delle problematiche più stimolanti della filosofia della scienza e della conoscenza, i contributi più importanti che i due autori ci offrono sul tema della logica. Si individueranno, per prima cosa, due usi che ciascuno degli autori fa della parola Logica. Uno è la logica dell'asserzione e del ragionamento sulle asserzioni, l'altro è la logica del comportamento dello scienziato che in Dewey riveste un importante significato pedagogico e quindi teoretico. Una logica delle proposizioni scientifiche e una dell'attività (comportamento) scientifica. Si dimostrerà come Dewey proponga importanti riforme al nostro modo di intendere sia il primo che il secondo significato mentre Popper si concentri sulla logica-comportamento dello scienziato e fondi un innovativo movimento epistemologico. Si vedrà infine come i contributi di Thomas Kuhn avvicinino le idee di Popper ad un certo pragmatismo. 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andrea Falco Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1198 click dal 24/03/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.