Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Project Management nel settore costruzioni: Italia e Gran Bretagna a confronto

È ormai dimostrato che l’applicazione di strumenti di Gestione del Processo, (in inglese “Project Management”), è uno dei fattori chiave del successo di molti progetti di costruzione. Molto si è dibattuto e si dibatte sulla reale applicazione di tali strumenti e sul ruolo oggi del Project Manager: nuovo attore del sempre più complesso processo edilizio che ha il compito di organizzare, dirigere, controllare e pianificare le risorse del progetto. Questa discussione si svolge in ogni maniera differente nei vari paesi: il ruolo del Project Manager negli Stati Uniti, paese in cui è nato, non sarà certamente lo stesso in Europa e per rimanere in ambito europeo non sarà lo stesso in Italia e in Gran Bretagna. Molta influenza hanno la cultura organizzativa locale, il più o meno marcato accento alla gerarchia, etc. Considerando quindi da una parte la Gran Bretagna, con la sua cultura anglosassone tipicamente pragmatica, e dall’altra l’Italia, con la sua mentalità tipicamente latina che preferisce la sintesi all’analisi e l’intuizione alla deduzione, le differenze dovrebbero riscontrarsi chiaramente anche nei differenti approcci al project management nel settore delle costruzioni. Partendo dal presupposto che l’evoluzione storica della disciplina in Inghilterra abbia raggiunto un elevato livello dell’elaborazione del project management in tutti i campi, questa ricerca intende individuare lo stato attuale del Project Management in Italia, comparandolo con quello inglese, indicando differenze e somiglianze in approcci, metodologie e mezzi. L'obiettivo è scoprire le due realtà di applicazione di project management, valutare le loro caratteristiche e i fattori che incentivano il management di successo. L’elaborato si suddivide in tre capitoli. Il primo capitolo definisce il termine ostruzioni, affronta l’unicità del progetto edilizio. Successivamente, nel secondo capitolo, sono illustrati i sistemi di appalto e di aggiudicazione dei due Paesi. Sono infine prese in considerazione le più importanti organizzazioni

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 2 Introduzione È ormai dimostrato che l’applicazione di strumenti di Gestione del Processo, (in inglese “Project Management”), è uno dei fattori chiave del successo di molti progetti di costruzione. Molto si è dibattuto e si dibatte sulla reale applicazione di tali strumenti e sul ruolo oggi del Project Manager: nuovo attore del sempre più complesso processo edilizio che ha il compito di organizzare, dirigere, controllare e pianificare le risorse del progetto. Questa discussione si svolge in ogni maniera differente nei vari paesi: il ruolo del Project Manager negli Stati Uniti, paese in cui è nato, non sarà certamente lo stesso in Europa e per rimanere in ambito europeo non sarà lo stesso in Italia e in Gran Bretagna. Molta influenza hanno la cultura organizzativa locale, il più o meno marcato accento alla gerarchia, etc. Considerando quindi da una parte la Gran Bretagna, con la sua cultura anglosassone tipicamente pragmatica, e dall’altra l’Italia, con la sua mentalità tipicamente latina che preferisce la sintesi all’analisi e l’intuizione alla deduzione, le differenze dovrebbero riscontrarsi chiaramente anche nei differenti approcci al project management nel settore delle costruzioni. Partendo dal presupposto che l’evoluzione storica della disciplina in Inghilterra abbia raggiunto un elevato livello dell’elaborazione del project management in tutti i campi, questa ricerca intende individuare lo stato attuale del Project Management in Italia, comparandolo con quello inglese, indicando differenze e somiglianze in approcci, metodologie e mezzi. L'obiettivo è scoprire le due realtà di applicazione di project management, valutare le loro caratteristiche e i fattori che incentivano il management di successo. L’elaborato si suddivide in tre capitoli. Il primo capitolo definisce il termine generale di project management e in seguito, specificatamente al settore

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudia Demelas Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4416 click dal 13/05/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.