Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il linguaggio della moda nei giornali

Moda e lingua sui giornali

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione In questa ricerca si intende analizzare, attraverso esempi tratti dalla stampa italiana, il linguaggio della moda all’interno dei quotidiani e delle riviste. A tal fine si sono prese in esame: Amica, mensile di moda, attualità e costume destinato ad un pubblico femminile di livello medio- basso; il Corriere della sera, quotidiano a diffusione nazionale; Cosmopolitan, mensile di moda rivolto ad un pubblico femminile di fascia medio-alta; Glamour, mensile di moda destinato ad un’utenza femminile medio-alta e dalla spiccata propensione a un consumo raffinato; L’Espresso, settimanale di attualità per uomini e donne di livello medio- alto; Il Venerdì di Repubblica, settimanale rivolto ad ambedue i sessi di estrazione medio-alta; La Repubblica, quotidiano a tiratura nazionale. Alle versioni cartacee sono state accostate quelle on-line tranne nel caso di Amica, Cosmopolitan e Il Venerdì di Repubblica. I numeri presi in considerazione vanno dal Gennaio 2004 all’Agosto 2005. L’esame ha seguito un criterio diacronico allo scopo di verificare l’eventuale evoluzione nel tempo delle soluzioni lessicali e linguistiche, in genere, di volta in volta adottate. L’introduzione della lingua inglese e delle sue forme americanizzanti, all’interno del lessico del giornalismo di moda italiano, pare essere il fenomeno di maggior successo, verificatosi secondo un cammino di progressiva conquista: dall’introduzione di semplici

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federica Eliana Magrì Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11685 click dal 24/03/2009.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.