Skip to content

La logistica delle imprese industriali del distretto fabrianese

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Bucelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Valeriano Balloni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

la logistica è una questione che le aziende si sono poste in maniera generalizzata solo di recente, quando si sono rese conto che non era più possibile continuare a gestire in maniera implicita e “disorganica” problematiche che invece si prestavano ad un coordinamento unitario, e che stavano acquistando sempre maggior rilevanza per una serie di macro-trend economici, tecnologici e organizzativi. Come disciplina, dunque, la logistica industriale può tutto sommato considerarsi giovane, e per certi versi ancora inesplorata.

Da qui nasce l’idea di una indagine concreta sullo “stato dell’arte” della logistica di un insieme di imprese industriali del distretto fabrianese, centrata sull’analisi di aspetti fondamentali quali: la rilevanza strategica della funzione, le criticità delle sue attribuzioni, le modalità gestionali maggiormente utilizzate.

Lo studio prende le mosse, oltre che da una preliminare rivisitazione delle tematiche “logistiche” affrontate e dei connotati socio-economici del territorio, da un ciclo di colloqui realizzato nell’estate-autunno 2006 con otto manager logistici di sette imprese distrettuali: Indesit Company, Merloni Termosanitari, Antonio Merloni, Elica, Faber, Thermowatt e Padav. In questo gruppo, come si vede, sono comprese quasi tutte le unità produttive posizionate al vertice delle filiere elettromeccaniche dell’area, di dimensioni rilevanti e caratterizzate dal più elevato grado di complessità logistica; sono comunque presenti anche unità minori ubicate negli stadi a monte della supply chain, rappresentative dell’insieme più ampio delle piccole e medie imprese dell’indotto.

Comparando tra loro le diverse aziende, emerge grande eterogeneità nell’organizzazione e nella gestione delle attività logistiche, dipendente da una serie di fattori; tra i più importanti possono sicuramente menzionarsi l’estensione/concentrazione geografica dei mercati di riferimento (sia di sbocco che di fornitura), il tempo di consegna concesso dai clienti, e gli orientamenti manageriali predominanti. Emergono però anche degli elementi comuni, che rendono in certi casi possibile individuare dei cluster di imprese omogenei, da considerare in maniera unitaria nella trattazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Una questione “aziendale” recente La logistica è una scienza estremamente antica, che affonda le sue radici in ambito militare: per quanto fosse potente, munito delle armi più moderne, e vittorioso in un gran numero di battaglie, un esercito era inesorabilmente destinato a perdere la guerra se non riusciva a creare dietro di se un’adeguata rete di supporto logistico, che ne garantisse con costanza e velocità i rifornimenti. Il ragionamento, sia pure con i “distinguo” del caso, può essere rapportato in maniera concettualmente analoga anche alla sfera della competizione economica. E’ certamente importantissimo realizzare prodotti di qualità, riuscire a offrirli ad un prezzo basso, o elaborare eccellenti strategie di marketing che ne stimolino la domanda; ma per capitalizzare al meglio tali prerogative è ancora più cruciale che i prodotti in questione arrivino ai clienti, nei tempi, nei modi e nelle quantità da essi richiesti. Allo stesso modo, a ben poco servirebbe padroneggiare le più moderne tecnologie di produzione e possedere impianti avanzatissimi, se poi non si riuscisse ad utilizzarli al massimo delle loro capacità a causa di una programmazione approssimativa. Ciò nonostante la logistica è una questione che le aziende si sono poste in maniera generalizzata solo di recente, quando si sono rese conto che non era più possibile continuare a gestire in maniera implicita e “disorganica” problematiche che invece si prestavano ad un coordinamento unitario, e che stavano acquistando sempre maggior rilevanza per una serie di macro-trend economici, tecnologici e organizzativi. Come disciplina, dunque, la logistica industriale può tutto sommato considerarsi giovane, e per certi versi ancora inesplorata. Da qui nasce l’idea di una indagine concreta sullo “stato dell’arte” della logistica di un insieme di imprese industriali del distretto fabrianese, centrata sull’analisi di aspetti fondamentali quali: la rilevanza strategica della funzione, le criticità delle sue attribuzioni, le modalità gestionali maggiormente utilizzate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi